15 Novembre 2022

IL CANA DI SALERNO FESTEGGIA I 40 ANNI DI ATTIVITÀ

     

    IL CODACONS PARTECIPA COL RESPONSABILE DELLO SPORTELLO TECNOLOGICO, DONATO PACE.

    Il Centro Astronomico “Neil Armstrong” di Salerno (CANA) festeggia i 40 anni di attività con un evento pubblico che si terrà il 19 novembre p.v. a partire dalle ore 19,00 presso il teatro “Annabella Schiavone” nel comprensorio della Parrocchia di Sant’ Eustachio in Via Quintino di Vona Salerno.
    Il CANA è diventato un punto di riferimento non solo per gli appassionati in città, ma anche oltre la regione Campania.
    Attualmente il CANA conta tra i propri associati molti studenti, laureati e dottorandi provenienti dalle facoltà scientifiche dell’Università degli Studi di Salerno.
    Il programma della manifestazione, organizzata in collaborazione con il CODACONS Campania, prevede l’intervento del giornalista-scrittore Maurizio Landi che leggerà un brano tratto dal suo ultimo libro, dedicato al mondo degli astrofili e della poetessa Angela Furcas che declamerà versi ispirati alle stelle.
    A seguire la Conferenza Spettacolo, per la prima volta in Campania, dal titolo L’(In)sostenibile bellezza del Cosmo ad opera del portale divulgativo “Chi ha paura del buio?” e interpretata dal Dott. Filippo Bonaventura laureato in Astrofisica e Cosmologia presso l’Università di Trieste e che ora collabora con l’INAF per la realizzazione di eventi di divulgazione astronomica e dal Dott. Matteo Miluzio laureato presso l’Università di Padova che attualmente lavora per la missione Euclid nella sede dell’ESA a Madrid.
    Il Codacons, col suo responsabile dello sportello tecnologico Donato Pace, che ha fortemente voluto la presenza del CANA a Salerno nell’Oratorio di S. Eustachio di Pastena, parteciperà per arricchire la rappresentanza dei cittadini e di quanti si adoperano perché la Parrocchia di Sant’ Eustachio in Via Quintino di Vona a Salerno, diventi guida e simbolo di una presenza costante all’interno non solo della città di Salerno e per dare visibilità ad un lavoro realizzato con l’apertura del teatro dedicato ad Annabella Schiavone ed arricchito con una tecnologia di ultima generazione.
    La conferenza di carattere divulgativo, è adatta a tutti, descrive quello che la tecnologia umana è riuscita a carpire sull’Universo nel quale siamo immersi restituendo dei panorami molto simili ad opere d’arte, ma che allo stesso tempo ci offrono informazioni per meglio comprenderne la natura.

     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox