6 Luglio 2010

Il caldo percepito oltre i 40 gradi

ROMA- Un caldo da allarme rosso. Resta la massima allerta anche per oggi in sei città: secondo la Protezione civile l’ ondata di aria torrida infiammerà Milano, Roma, Torino (35 gradi), Brescia (34), Bolzano e Perugia (33). Si parla di temperature percepite, che l’ alto tasso di umidità rende ancor più insopportabili. E pericolose per la salute delle categorie a rischio: anziani, bambini emalati. «Il caldo vasodilata e abbassa la pressione», avverte il professor Antonio Rebuzzi, cardiologo del Policlinico Gemelli di Roma. «Chi prende medicine per Gli esperti di 3BMmeteo prevedono un altro fine settimana africano per sabato 10 e domenica 11 con picchi di afa da 42 gradi percepiti, specialmente sulle regioni centro-settentrionali e in particolare su Lombardia, Veneto, Lazio e Toscana. Poi forse si tornerà ad un luglio più mediterraneo «con aria più fresca e temperature di stagione tra i 31 e i 34 gradi» spiega Giampiero Maracchi, ordinario di climatologia dell’ università di Firenze. Ieri a Multedo, Genova, un uomo di 69 anni èmorto appena sceso dalla sua barca a vela, probabilmente per il gran caldo. Al 118 di Milano, già nel primo pomeriggio, erano arrivate oltre mille richieste di soccorso. A Roma si è registrato un più 40% di chiamate. L’ Atac e la Protezione civile del Campidoglio tra le 11 e le 16 hanno distribuito 60 mila bottigliette d’ acqua nelle stazioni della metropolitana e della ferrovia Roma-Lido, presso imusei Capitolini e Vaticani, ai turisti in fila. Lo stesso accadrà oggi. L’ associazione di difesa dei consumatori Codacons ha chiesto al ministro della Salute, Ferruccio Fazio, di coinvolgere i medici di famiglia per controllare gli anziani. Secondo la psicologa Paola Vinciguerra dell’ Eurodap (associazione contro attacchi di panico) per loro l’ afa «aumenta il rischio di ansia e depressione».
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox