3 Novembre 2003

IL CALCIO FINISCE NEL “PALLONE“!!!

    IL CODACONS SI APPRESTA A DIFENDERE I PICCOLI AZIONISTI DI ROMA, JUVE E LAZIO DAL PREANNUNCIATO CRAC L?ASSOCIAZIONE TORNA A CHIEDERE LE DIMISSIONI DI CARRARO E LA RIDUZIONE DEGLI STIPENDI DEI CALCIATORI









    La decisione della Commissione Ue relativa al decreto salvacalcio potrebbe provocare il crac finanziario di alcuni grandi club calcistici, coinvolgendo i piccoli azionisti che avevano investito i propri risparmi in quelle società.

    Per questo il Codacons, che nel frattempo chiede le dimissioni di Carraro, si appresta a difendere gli azionisti di società come Roma, Lazio e Juve che potrebbero subire un pesante crac finanziario in caso di annullamento del decreto salvacalcio.

    Si tratta di una legge assurda e illegale, commenta il Codacons, che potrebbe aver portato ingiusto vantaggio ai titoli delle società calcistiche quotate. Se così fosse – si domanda l?associazione, che tra l?altro si riserva di presentare un esposto alla Procura di Roma per turbativa del mercato – basterebbe fare leggi ad hoc per salvare i titoli in crisi?

    Per salvare il calcio italiano serve ben altro ? conclude il Codacons. Occorre innanzitutto ridurre i compensi folli elargiti a calciatori e allenatori, riportandoli entro canoni più accettabili.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox