18 Settembre 2020

Il branco denunciato per aver percepito 33mila euro di RdC

ROMA – Si attesta intorno ai 33 mila euro la cifra che i quattro del branco di Colleferro avrebbe percepito indebitamente come Reddito di Cittadinanza (RdC). In base a quanto si apprende Marco e Gabriele Bianchi, Francesco Belleggia e Mario Pincarelli, avrebbero “omesso di indicare nelle autocertificazioni compilate dati dovuti, creandosi in tal modo le condizioni per accedere al beneficio”. Alla luce di una serie di accertamenti la Guardia di Finanza di Colleferro li ha denunciati per violazione della legge che regola il reddito di cittadinanza alla procura di Velletri e li ha segnalati all’ Inps per il recupero della somme. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori in su un totale di oltre 33 mila euro ottenuti dai denunciati ne devono essere recuperati 28.747 mila euro. «Non abbiamo mai ricevuto o chiesto il reddito di cittadinanza». E’ quanto hanno affermato Marco e Gabriele Bianchi agli inquirenti, in base a quanto riferisce il loro difensore Massimiliano Pica. I due, assieme a Francesco Belleggia e Mario Pincarelli, sono accusati di omicidio volontario per la morte di Willy Monteiro Duarte. «In sede di interrogatorio i miei assistiti – spiega Pica – hanno affermato di non avere mai ricevuto il reddito di cittadinanza. Di non sapere neanche di cosa si tratta». «Quello che è successo in queste ore, che queste famiglie, non i 4 presunti assassini, prendono il reddito di cittadinanza, è una cosa inaccettabile. La prima cosa è che i controlli si devono intensificare. La seconda è che dobbiamo Il Codacons fare i controlli anche su altro, «Soldi perché non davano nulla al fi da restituire sco. Hanno pasoldi degli italiani. Prendevano tutti e quattro il Reddito di Cittadinanza. I 4 delinquenti giravano in SUV e con abiti costosi e prendevano il Reddito di Cittadinanza.Willy, ragazzo di una famiglia umile, lavorava fino a tardi nella cucina di un ristorante. Va bene così?» ha scritto sulla pagina Facebook. «I 4 accusati per la morte di Willy (Marco e Gabriele Bianchi, Francesco Belleggia e Mario Pincarelli) dovranno restituire i soldi illegittimamente incassati a titolo di reddito di cittadinanza, comprensivi degli interessi, e rispondere dei danni prodotti alla collettività». Ad affermarlo è il Codacons, annunciando la costituzione come parte lesa nei confronti dei 4 accusati, per conto di tutti i cittadini italiani. «E’ evi dente che, se confermati i falsi per accedere al sussidio a cui non avevano diritto, vi sarebbe un evidente danno per l’ Erario e, quindi, per la collettività – spiega il presidente Carlo Rienzi – In tal senso il Coda cons si costituirà parte offesa nel procedimento dinanzi la Procura, e chiede formalmente all’ Inps di recuperare tutte le somme incassate da Marco e Gabriele Bianchi, Francesco Belleggia e Mario Pincarelli a titolo di reddito di cittadinanza, comprensive degli interessi maturati».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox