22 Dicembre 2009

Ieri cancellati 350 treni ritardi e soppressioni di voli

 
ROMA Italia piegata da gelo e neve e grandi disagi nei trasporti. Il sistema ferroviario, nonostante 350 cancellazioni oggi, sta tenendo, nessuna linea è stata chiusa e i vertici aziendali non intendono fare cancellazioni in questi giorni di Natale. Ma l’amministratore delegato, Mauro Moretti, dà un consiglio ai passeggeri: «Portatevi acqua, panini e qualche maglione in più» perchè può capitare che il treno si fermi per questioni di sicurezza. Circolazione su strade e autostrada nazionale garantita mentre alcuni tratti regionali sono stati chiusi, in qualche caso anche per incidenti provocati dal maltempo, soprattutto al centro nord. Chiuso, causa neve, l’aeroporto di Verona. Ritardi e cancellazioni di voli negli scali precisa l’Enac sono determinati anche dalla chiusura di molti aeroporti del nord Europa. In tutti gli aeroporti sono comunque attivi presidi per eventuali piani di emergenza. Il sistema dei trasporti, in questi giorni, è dunque «messo a dura prova», da nevicate e ghiaccio ma afferma il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli «il nostro Paese sta rispondendo anche a questa emergenza in modo soddisfacente evitando blocchi totali del trasporto che nel periodo natalizio avrebbero gettato il sistema nel caos». Ma le associazioni dei consumatori protestano, in particolare contro il servizio ferroviario. Ferrovie Il maltempo non ha mai minato la sicurezza, ha assicurato Moretti che non intende assolutamente bloccare il servizio sotto Natale anche se alcuni . «Siamo in emergenza ha sottolineato ma siamo forse l’unico Paese in Europa che non ha bloccato pezzi di rete. Anche se avranno ritardi, vogliamo garantire l’arrivo dei treni a destinazione». Qualche problema potrebbe accadere (per esempio mancanza di elettricità a bordo) e il treno potrebbe fermarsi proprio per garantire sicurezza: «Consiglio ai passeggeri, più a quelli che vanno dal Nord a sud su Intercity ed Espressi, di comprendere la situazione e attrezzarsi con qualche bottiglia d’acqua, qualche panino e un maglione in più». Le cancellazioni hanno riguardato ieri soprattutto i treni regionali nel Centro-Nord con una punta del Friuli Venezia Giulia (soppressi 22 su 59) mentre altri hanno accumulato ritardi tra una e due ore. Inevitabili le proteste dei pendolari. In Sicilia, circolazione sospesa sulla linea Trapani-Alcamo per uno smottamento del terreno. Fs ha attivato un comitato di crisi per le modifiche al servizio. Nessun rimborso per i ritardi: «Non siamo responsabili del maltempo» ha detto Moretti. Strade e autostrade Sempre percorribili i mille chilometri di autostrade, grazie al piano operativo di Autostrade per l’Italia in una situazione «molto impegnativa ma non critica» afferma l’Anas. Ma altri tratti stradali e autostradali dalla Toscana all’Emilia sono stati chiusi per neve e gelo. Aeroporti Cancellazioni e ritardi, in alcuni scali. L’Enac assicura che è costante il presidio negli scali interessati dalle abbondanti nevicate. Pronti i piani operativi. Nessun problema negli scali milanesi dove sono pronte squadre anti-neve. Situazione critica all’aeroporto di Bologna. Consumatori Trenitalia «incapace di far fronte alle condizioni meteo, ora rimborsi tutti i viaggiatori con un bonus da 100 euro».  Lo chiede il Codacons mentre Adiconsum punta il dito contro i centralini in tilt per le segnalazioni di disservizi causa maltempo. A fronte di tutto ciò, Federconsumatori e Adusbef contestano i recenti aumenti delle tariffe dell’Alta velocità.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox