fbpx
26 Ottobre 2012

I vaccini di Varese sono sicuri Ma ce ne saranno per tutti?

I vaccini di Varese sono sicuri Ma ce ne saranno per tutti?

Valeria Deste La campagna antinfluenzale inizierà martedì 13 novembre, nonostante il ritiro di oltre due milioni di dosi di vaccino antinfluenzale Inflexal V, prodotte dall’ azienda olandese Crucell e destinate al mercato italiano e di circa 500 dosi prodotte da Novartis, relative a quattro vaccini, perché non avevano superato il test di controllo. L’ Asl di Varese garantisce: la campagna vaccinale contro l’ influenza stagionale non subirà alcun ritardo. Nessun blocco «Il nostro vaccino antinfluenzale non rientra tra quelli bloccati – spiega il direttore generale dell’ Asl, Giovanni Daverio – Abbiamo già ricevuto la prima quota di partita dei vaccini, domani (oggi, ndr) inizierà la distribuzione dei vaccini ai vari distretti per poi iniziare la somministrazione il giorno 13, come previsto. In base alle attuali condizioni, contiamo di sviluppare la campagna vaccinale in modo ordinario». Dovrebbero rimanere garantite anche le dosi che verranno distribuite in tutta la provincia, a meno che la Regione non decida diversamente per coprire altre province rimaste scoperte a causa del ritiro dei vaccini di Crucell e Novartis. Quindi, secondo la campagna vaccinale predisposta dall’ Asl di Varese è stata prevista la somministrazione di 97 mila dosi per le categorie a rischio e per over 65 e di circa 250 dosi per i bambini a rischio fino a tre anni di età. Prevenire è meglio Intanto, i varesini sembrano ancora non pensare all’ arrivo dell’ inverno e dei virus influenzali. Come dar loro torto viste le temperature? Qualcuno tra i più premurosi, però, il problema se lo è posto. «Alcuni clienti – spiegano dalla farmacia Badò di corso Moro – continuano a chiederci se è garantito l’ arrivo del vaccino». Qualcun altro ha posto lo stesso quesito ai farmacisti della farmacia di via Adriatico a Bizzozero. Intanto, il Codacons depositerà nelle prossime ore un esposto alla Procura della Repubblica di Busto, in relazione alla vicenda dei vaccini ritirati. L’ associazione dei consumatori intende chiedere un intervento urgente della magistratura allo scopo «di fare chiarezza, tutelare la salute pubblica e punire i responsabili di eventuali illeciti». L’ obiettivo dell’ associazione è orientato a far aprire una inchiesta finalizzata ad accertare se la vicenda dei vaccini prodotti dalla Crucell e dalla Novartis, ritirati perche potenzialmente pericolosi, «possa configurare eventuali fattispecie penalmente rilevanti come frode in commercio, produzione e vendita di prodotti pericolosi e attentato alla vita e alla salute».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox