8 Febbraio 2006

I trevigiani vogliono liberarsi delle multiproprietà

I trevigiani vogliono liberarsi delle multiproprietà

Prima venivano contattati da noiose società che promettevano vacanze da sogno in località esotiche, più volte l`anno, tramite la multiproprietà. Ora quelle stesse persone vengono contattate da società pronte ad aiutarli per sbarazzarsi di questo “fardello“. I numerosi trevigiani caduti nell`inghippo della “multiproprietà“, vissuta da qualcuno come l`affare di una vita, ma dalla maggior parte sempre più come un peso, ora rischiano un`altra truffa. Questo è capitato anche ad un signore di Treviso che si è rivolto alla Codacons per cercare di fare chiarezza su una vicenda poco chiara. Le promesse che la società gli ha fatto, per ora non sono state mantenute. Gli erano stati assicurati tempi rapidi per sbarazzarsi di quell`appartamento in multiproprietà in Spagna, ma a tutt`oggi nulla di fatto. Intanto l`uomo ha sborsato naturalmente la parcella alla società che si va ad aggiungere alle spese che annualmente sostiene per l`appartamento delle vacanze “a tempo“.
Sono sempre più numerosi gli appelli a stare attenti a queste esperti che promettono “miracoli“. Le società sono nate in questi ultimi tempi e assicurano di poter aiutare i cittadini a sbarazzarsi della multiproprietà in tempi rapidi. Infatti numerosi trevigiani si sono accorti che il “gioco non vale la candela“. Ovvero molto spesso i soldi sborsati tra spese condominiali, mantenimento dell`immobile, e in più quelle di viaggio, da mettere in conto ogni volta sono molti. Trascorre qualche giorno “nel proprio appartamento“ in Spagna viene a costare molto di più che una vacanza in luoghi diversi, in periodi dell`anno a scelta. Infatti la persona che sceglie la multiproprietà deve decidere di andare in vacanza in periodi stabiliti e sempre in quel mese, limitando notevolmente la libertà di scelta.

Per il malcapitato signore trevigiano, comunque, grazie anche all`assistenza dei legali della Codacons non è ancora detta l`ultima parola. resta in attesa di verificare infatti l`ultima promessa della società “cancella-multiproprietà“. I legali sono ottimisti e forse, proprio perché il trevigiano si è rivolto all`associazione, riuscirà finalmente a liberarsi di quell`odiato appartamento in Spagna che per lui ormai è diventato un incubo.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox