26 Giugno 2002

I temporali riducono l?afa per poche ore

I temporali riducono l?afa per poche ore


Oggi temperature in rialzo, entro sabato nuova perturbazione. Protezione civile in preallarme al Centro-Sud




ROMA – E? ancora caldo. Malgrado le piogge e le folate di vento che ieri hanno fatto scendere le temperature al Centro-Nord. Oggi la colonnina di mercurio tornerà a salire. Ma secondo i meteorologi sarà l?ultimo sospiro dell?ondata di afa nordafricana: una nuova perturbazione atlantica in arrivo la spazzerà via prima della fine della settimana.



L?AFA – Il caldo ha ucciso ancora. Non ha resistito la nonnina Lucia Garau, 109 anni, di Monserrato (Cagliari). Superlavoro per i pronto soccorso del Veneto e del Molise. Malori anche tra gli animali. «Il vento, con i temporali al Nord, sarà il principale artefice della sconfitta del caldo», assicura il colonnello Mario Giuliacci. Ieri a Milano la massima è scesa da 36 gradi a 29, a Torino da 29 a 28, a Brescia da 36 a 27, a Roma da 35 a 30, a Napoli da 35 a 32. Forse a causa dei violenti nubifragi registrati in Emilia Romagna (allagamenti nell?hinterland di Bologna), Campania, Lombardia (nel Mantovano) e anche in Puglia. I temporali continueranno ancora per ore al Centro-Sud, dove la protezione civile è in stato d?allerta.




CRISI IDRICA – Malgrado le piogge, cadute ieri sul Centro-Sud, la crisi idrica è ancora grave. Ieri l?erogazione dell?acqua è stata sospesa di notte a Perugia. Razionamenti a Napoli, dove i consiglieri comunali di An annunciano denunce per truffa. Intanto in Sicilia si scopre che le 4 navi con dissalatori, promesse dal governo, non esistono. Per realizzarle occorreranno 12-13 settimane. Troppe. Problemi anche in Puglia e in Sardegna.




CODACONS – C?è chi ha speculato sul caldo. La denuncia è del Codacons che chiede alla Procura di Milano di indagare sull?esaurimento delle scorte di condizionatori d?aria e di ventilatori e la conseguente «lievitazione» dei prezzi dei nuovi prodotti.




NOTTI INSONNI – L?estate aumenta il tempo che impieghiamo ad addormentarci (dai 30 minuti sale fino a 2-3 ore). Ma il professor Luigi Ferini Strambi, segretario dell?Associazione medicina del sonno, avverte: «La colpa non è solo del caldo o dell?umidità». «Fare tardi – dice il neurologo – bere molto o dormire scoperti aumenta le difficoltà». Il sonno ha bisogno di una fase di rilassamento. «Per questo – spiega – funzionano le fiabe. Facendo tardi, invece, alteriamo il ritmo biologico, e l?arrivo del relax e del sonno». «Riempirsi lo stomaco di bevande – aggiunge – peggiora il russare e la respirazione». Infine guai a farsi sorprendere nudi all?alba: «La temperatura del corpo si abbassa e ci svegliamo».




REUMATISMI – Per chi ha dolori articolari sono giorni terribili. E Mario Carrabba, primario dell?Ospedale Sacco di Milano, punta l?indice contro i condizionatori d?aria: «Sbalzi di temperatura e di pressione favoriscono la comparsa di dolori», spiega. La differenza tra l?interno e l?esterno non dovrebbe superare i 6 gradi. «Di positivo c?è che i condizionatori diminuiscono l?umidità: nemico numero 1 di queste patologie». «Il sole – aggiunge – può far bene per artrosi cervicali “da computer“ e contratture. Da evitare, invece, per patologie più gravi».




FRIGO KILLER – Il caldo moltiplica batteri e virus nel cibo. Per gli esperti sono in arrivo circa centomila casi di «tossinfezioni alimentari». Il Movimento Casalinghe raccomanda di controllare l?integrità e la data di scadenza delle confezioni degli alimenti, di trasportare i surgelati in borse termiche e di far attenzione alle uova crude.




BLACKOUT – Inizialmente ne è stata attribuita la colpa all?acquazzone caduto lunedì notte sulla capitale. Poi si è scoperto che è stato un guasto al cavo della media tensione a causare, alle prime luci dell?alba, un blackout nell?aeroporto di Fiumicino.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox