5 Settembre 2003

I sei «saggi» taglia-porzioni

TROPPO CIBO. Sirchia istituisce la commissione


I sei «saggi» taglia-porzioni





Roma. Nasce la commissione taglia-porzioni che dirà agli italiani quante calorie assumere ogni giorno e darà le indicazioni per portare nelle diete delle mense, così come nei bar e nei ristoranti, alimenti più salutari ma anche in quantità più «adatte». Il ministro Sirchia ha firmato il decreto che istituisce il gruppo di lavoro che entro il 30 giugno 2004 dovrà presentare al ministro una relazione con le nuove indicazioni nutrizionali. Il gruppo è composto dagli esperti Michele Carruba, Giorgio Calabrese, Giovanni Spera, Carlo Cannella e Giuseppe Stefano Morino, e sarà presieduto dal direttore generale della Direzione generale della comunicazione e relazioni istituzionali Roberto Iadicicco.
La nuova commissione arriva dopo le preoccupazioni e gli allarmi lanciati sulla crescente obesità in Europa e in Italia, ed è stata formata in linea con gli obiettivi del piano sanitario nazionale. La commissione avrà il compito di individuare iniziative dirette alla promozione di una corretta alimentazione, dando indicazioni sulla riduzione delle quantità di cibi e bibite ingeriti; si occuperà dell?incentivazione della dieta mediterranea, e tenterà di dissuadere gli italiani dall?assunzione di cibi fuori pasto.
Gli esperti dovranno elaborare i nuovi criteri scientifici – si legge nel decreto – «anche alla luce degli obiettivi nutrizionali definiti a livello comunitario nell?ambito del progetto Eurodiet 2001, il tipo di dieta verso cui indirizzare il cittadino, consigliando le opportune variazioni».
«Meno quantità e più qualità è uno slogan che ci piace»: il direttore generale della Federazione italiana pubblici esercizi della Confcommercio Edi Sommariva, promuove l?iniziativa, ma spiega che la scelta della riduzione delle pietanze «dovrà essere su base volontaria».
Il Codacons mette l?accento sui prezzi: «Se diminuiranno le porzioni», dice il vicepresidente Giuseppe Ursini, «verrà diminuito anche il prezzo delle portate vendute da bar e ristoranti? Perchè, se eccessiva è la quantità, sicuramente è eccessivo il prezzo, spessissimo non rapportato alla quantità e alla qualità del prodotto somministrato».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox