8 Luglio 2018

I saldi svuotano le spiagge In coda per ore sotto il sole a caccia di grandi griffe

napoli La fila di ragazzi e ragazze in via Calabritto, in attesa davanti alla vetrina di Gucci, si allungava nonostante l’ afa. Il via ufficiale ai saldi estivi ha scatenato ieri una corsa all’ affare, che si è concentrata soprattutto intorno alle grandi griffe. Folla nelle boutique di alta moda del centro, ma anche all’ outlet di Marcianise che ha proposto ulteriori liquidazioni, richiamando una folla che fin dalle prime ore ha atteso pazientemente per acquistare a prezzi super ribassati accessori e abbigliamento. A La Reggia Designer Outlet, secondo i dati raccolti, sono state oltre trentamila le persone che hanno acquistato – oltre a quelli che hanno affollato i viali del centro McArthur Glen, senza acquistare – fra cui moltissimi crocieristi arrivati a bordo di torpedoni direttamente da Napoli. «Sicuramente questi numeri sono stati agevolati da più possibilità di parcheggio – evidenzia Stefano Vaccaro – Oggi possiamo ospitare molte auto e questo è un punto di forza, oltre al richiamo dei saldi». In realtà già dall’ inizio di luglio i negozianti hanno incominciato a praticare, ufficiosamente, prezzi scontati. Hanno preferito non aspettare un weekend complicato, che ha spinto al mare molti potenziali acquirenti, e dare una spinta allo shopping. I clienti puntano soprattutto sull’ abbigliamento: pantaloni, magliette, scarpe, vestiti leggeri e costumi. Come sempre, anche in questa occasione, i saldi rappresentano per i commercianti una importante occasione per incassare qualcosa in più e far quadrare i bilanci di una stagione non drammatica, ma comunque in equilibrio instabile. A Chiaia in tanti sono arrivati dalla provincia, decisi a conquistare l’ affare di stagione. Nella zona di via Toledo anche i turisti si sono lasciati conquistare dai saldi e sono entrati nei negozi della grande distribuzione e nelle boutique a caccia di affari. Secondo Confesercenti i saldi estivi per sette negozianti su dieci saranno un’ occasione per recuperare i mancati incassi dei primi mesi del 2018. Lo scorso anno i saldi estivi fecero registrare nelle grandi catene commerciali un aumento di presenze tra il 30 e 50 per cento, mentre i piccoli negozianti furono costretti ad accontentarsi solo delle «briciole». Secondo Confesercenti ai saldi aderirà un commerciante su tre. Quest’ anno le offerte saranno più sostanziose del normale: il 68 per cento delle imprese inaugurerà le vendite di fine stagione estive con riduzioni di prezzo tra il 30 ed il 40 per cento, mentre l’ 11 per cento degli imprenditori si spingerà anche sopra questa soglia. Solo due negozi su dieci, invece, offriranno sconti tra il 20 ed il 30 per cento. Come sempre il Codacons ha elaborato un decalogo per evitare le truffe, ricordando ai consumatori che si può acquistare con la carta di credito anche in saldi, provare abiti ed effettuare cambi.
anna paola merone

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox