25 Marzo 2013

I redditi del Sud più bassi di quelli greci

I redditi del Sud più bassi di quelli greci

Il sistema lavoro del sud è in allarme. I livelli di reddito del Mezzogiorno d’ Italia sono inferiori a quelli della Grecia: 17.957 euro del sud contro i 18.454 euro della Grecia. È quanto emerge dal rapporto ?La crisi sociale del Mezzogiorno? realizzato dal Censis. Nel rapporto si legge che «se si confronta il reddito pro-capite delle tre regioni più ricche e più povere dei grandi Paesi dell’ area dell’ euro, si può vedere che l’ Italia ha il maggior numero di regioni con meno di 20.000 euro pro-capite: sono 7 rispetto alle 6 della Spagna, le 4 della Francia e una sola della Germania. Il Centro-Nord, con 31.124 euro di Pil per abitante, è vicino ai valori dei Paesi più ricchi come la Germania, dove il Pil pro-capite è di 31.703 euro». PASQUA AUSTERA. Pasqua all’ insegna dell’ austerità per le famiglie italiane. La situazione economica negativa, associata alla forte perdita del potere d’ acquisto e ad un generalizzato aumento dei prezzi, porterà le famiglie a tagliare gli acquisti dei prodotti tipici pasquali, senza però rinunciare al classico pranzo di Pasqua, che resta una tradizione fissa nelle case degli italiani. Lo dice il Codacons. RIFIUTI. Dal 2007 al 2012, a fronte di un aumento medio su base nazionale del +17,1%, i costi in Veneto dello smaltimento rifiuti, secondo lo studio realizzato dall’ Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva, sono aumentati del 10,4%. Gli incrementi maggiori sono stati registrati a Vicenza (+22%) e Venezia (+39,5%), tra le 10 città in Italia dove il servizio costa di più. Nel 2012 la spesa del servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani (pari a 222 euro) è rimasta comunque al di sotto della media nazionale (253). VOGLIA D’ IMPRESA. Forte crescita nel 2012 delle partite Iva: ne sono state aperte 549.000 (+2,2% sul 2011), e il 38,5% del totale, pari a 211.500 (+8,1%), sono relative a giovani con meno di 35 anni. L’ incremento maggiore, secondo i dati del ministero dell’ Economia e delle Finanze tra gli under 35 è stato al Sud (37,8% del totale). L’ aumento del numero delle partite Iva in capo alle donne under 35 è stato del 10,1%. ALLARME TARES. Cgil, Cisl e Uil lanciano l’ allarme Tares, la nuova tassa sui rifiuti che sostituirà le tasse attuali con un aumento dell’ esborso. I sindacati chiedono di «spalmare il pagamento della Tares attraverso più acconti anticipando il pagamento, così come avvenuto per l’ Imu lo scorso anno, evitando di farlo coincidere con quello di altre imposte e tasse». Un modo per tener presenti le esigenze dei cittadini ma anche di quelli delle società del settore in crisi di liquidità. BANCHE. Il dato smentisce la tesi delle banche di essere al servizio dell’ economia e del territorio. L’ 81% circa degli oltre 1.335 miliardi di prestiti erogati dalle banche agli italiani è concesso al primo 10% degli affidati, alla migliore clientela. A rilevarlo la Cgia di Mestre secondo la quale il rimanete 19% è distribuito alle famiglie, alle piccole imprese ed ai lavoratori autonomi che, di fatto, costituiscono la quasi totalità, vale a dire il 90%, dei clienti degli istituti di credito. ASTA PER UN PRESIDENTE. Ha spuntato 665.000 dollari un giubbotto di pelle marrone con le insegne dell’ Air Force One appartenuto a John F. Kennedy. È l’ esito del pezzo forte della giornata di una grande asta di 700 oggetti appartenuti a Jfk battuto dalla John McInnis in Massachusetts. Il capo era di proprietà di David Powers, all’ epoca assistente speciale del presidente, che lo ha ritrovato per caso in cantina. © RIPRODUZIONE RISERVATA.
        

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox