27 Agosto 2015

I posti di lavoro bloccati dai ricorsi

I posti di lavoro bloccati dai ricorsi

Un concorso. Un annullamento. Una riedizione del concorso. Un’ assunzione di ruolo. Un nuovo disperatamente dirigenti scolastici, ma sembra non sia tempo di «cambiare verso» alla buona scuola. La prima volta c’ era stato un problema con lo spessore delle buste: troppo sottili, non proteggevano l’ anonimato. Partiti i ricorsi, il Tribunale amministrativo regionale li accoglie, il Consiglio di Stato li conferma e sentenzia: è tutto da rifare. Sembra risolto e invece ecco arrivare le irregolarità nella nomina della commissione. Anni di attese per l’ agognato posto pubblico, discussioni infinite su modalità e colore della carta per non far filtrare la luce delle buste e poi un errore, un precedente che fa scuola, ricorsi e contro ricorsi. Tutto bloccato a data da destinarsi. Quello delle buste sembra un problema insormontabile: nel novembre 2014, il Tar del Lazio annulla i risultati del concorso per 110 posti da funzionario al Campidoglio. Occorre correggere e imbustare nuovamente la prova scritta perché l’ anonimato non è stato garantito. La macchina per la riscossione dei tributi, in un Paese in cui l’ evasione fiscale costa 150 miliardi all’ anno, cerca finalmente 892 funzionari dell’ Agenzia delle Entrate. Si presentano in 140 mila. Peccato che tutto si fermi per le troppe irregolarità, dall’ uso di smartphone agli elaborati non imbustati, tanto che il Codacons ha proposto un ricorso per ottenere l’ annullamento. Non è andata meglio ai 20 mila che ambivano a coprire le 69 posizioni dirigenziali dell’ Agenzia delle Dogane, valutati da una commissione che «non ha dato prova di affidabilità». Poi c’ è chi viene estromesso per stato d’ ansia. È accaduto agli aspiranti vice ispettori del Corpo forestale dello Stato, che avevano già superato le prove tecniche, svolte inspiegabilmente prima di quelle attitudinali. E così in molti, premuniti di perizie mediche, hanno fatto ricorso. Tutto fermo anche per i 250 marescialli che volevano diventare ispettori dell’ Arma dei Carabinieri. Il concorso interno è stato annullato per il mancato scorrimento della precedente graduatoria. Come nel gioco dell’ oca si riparte dal via.© RIPRODUZIONE RISERVATA

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox