10 Agosto 2001

I PETROLIERI ASSOLTI …MA PER INSUFFICIENZA DI PROVE!!

    I PETROLIERI ASSOLTI DALL`ACCUSA DI CARTELLO ANTICONCORRENZA …MA PER INSUFFICIENZA DI PROVE!! IL CONSIGLIO DI STATO BACCHETTA L`ANTITRUST CHE NON HA AVVIATO L`ISTRUTTORIA CONTRO I PETROLIERI NEL 1996 FACENDO SCATTARE UNA PRECLUSIONE DI LEGGE CHE HA PORTATO AD ACCOGLIERE IL LORO RICORSO

    NELLA SENTENZA DEL CDS TUTTE LE REGOLE DA SEGUIRE PER LA NUOVA INDAGINE SUI PETROLIERI IN CORSO
    IL CODACONS ANNUNCIA UNA DENUNCIA PENALE PER OMISSIONE DI ATTI DOVUTI E AZIONI RISARCITORIE CONTRO I RESPONSABILI DELL`ANTITRUST DEL 1996
    SECONDO IL CONSIGLIO DI STATO L`ANTITRUST DOVEVA PROCEDERE ANCHE CONTRO I GESTORI IN CONCORSO CON I PETROLIERI








    Una vittoria di Pirro, quella dei petrolieri al Consiglio di Stato…infatti i supremi giudici amministrativi hanno annullato la megasanzione inflitta per cartello anticoncorrenza solo a causa degli errori commessi dall`autorità stessa negli anni passati.


    “Non risulta sufficientemente provato nel provvedimento impugnato che l?effetto di minor benessere per il consumatore sia da addebitarsi in via esclusiva e immediata ad ipotizzate intese vietate fra i petrolieri…“


    “…Se effetto anticoncorrenziale è da ascriversi ad un comportamento dei petrolieri ad esso hanno obiettivamente concorso anche i gestori onde l?intesa ipotizzata dall?Autorità avrebbe dovuto essere strutturalmente orizzontale e verticale nello stesso tempo…senonché in sede di provvedimento finale l?Autorità ha escluso l?esistenza di un?intesa verticale..“


    “….l?Autorità era già a conoscenza degli accordi incriminati…e aveva l?obbligo di richiedere tempestivamente per non incorrere attraverso il suo silenzio nella preclusione legale tutti gli elementi cui l?intesa faceva riferimento…“


    Ora il CODACONS chiederà alla magistratura penale di indagare a fondo sulle ragioni di tali omissioni dei funzionari dell`autorità negli anni 1994 – 1996. omissioni tanto più gravi in quanto fu lo stesso CODACONS nel 1996 a diffidare l`Autorità ad avviare una formale istruttoria e l`Autorità si rifiutò tanto che il CODACONS impugnò al TAR tale rifiuto come illegittimo. Illegittimità che ora il CdS ha riconosciuto e cha ha determinato il danno ai consumatori.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox