2 Gennaio 2008

I ministri di Verdi e Prc danno ragione ai sindacati

I ministri di Verdi e Prc danno ragione ai sindacati…

I ministri di Verdi e Prc danno ragione ai sindacati: “Tasse e prezzi, è emergenza“ Il governo di Romano Prodi dovrà sciogliere il nodo dei salari. In fretta. Entro i primi mesi di quest`anno. Lo hanno chiesto a gran voce i sindacati (che incontreranno l`esecutivo l`8 gennaio) e i ministri Paolo Ferrero di Rifondazione e Pecoraro Scanio dei Verdi. Ieri c`è stata un`autentica pioggia di dichiarazioni bellicose a cui ha cercato di replicare il titolare del Lavoro, Cesare Damiano, secondo il quale l`aumento delle retribuzioni e la tutela del potere d`acquisto dei lavoratori dipendenti “devono essere il prossimo obiettivo“ del governo. “Dobbiamo perseguire a tutti i costi questo traguardo“ ha chiarito il ministro. Duri i sindacati. Se la Cgil, per bocca del leader Guglielmo Epifani, si è augurata interventi rapidi, Raffaele Bonanni della Cisl ha sventolato lo spettro dello sciopero generale. Un`eventuale mobilitazione, però, sarà decisa solo dalla segretaria unitaria delle tre confederazioni che si riunirà il 15 gennaio. Paolo Ferrero dice: “Io penso che sia giusto il richiamo dei sindacati sui salari. È necessario arrivare rapidamente anche alla chiusura dei contratti nazionali di lavoro, per garantire un aumento dei salari effettivi dei lavoratori“. Per Pecoraro Scanio “le priorità del Governo per il 2008 devono essere l`ambiente, la riduzione dei prezzi, la diminuzione della tassazione sui salari, la legalità e il lavoro“. Secondo il Codacons, il 2007 è stato un anno “nero“ perché il potere d`acquisto dei salari si è ridotto fino al 15,5%. Salvo per uso personale è vietato qualunque tipo di riproduzione delle notizie senza autorizzazione.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox