28 Giugno 2009

I lidi del Belpaese sono tra i più cari d’Europa e del Mediterraneo

Spiagge, Italia carissima: una coppia spende 35 euro per una giornata al mare tra i più alti d’europa .  Lo rivela un’inchiesta che è stata realizzata dal Codacons

 ROMA – Neppure la crisi, e la prospettiva di minori introiti, fanno desistere i gestori degli stabilimenti balneari italiani dall’applicare le tariffe più esose d’Europa e del Mediterraneo. Una coppia che trascorre una giornata al mare paga mediamente 35 euro in uno stabilimento di medio livello.  Lo rivela l’inchiesta realizzata dal Codacons, che ha preso in esame la giornata tipo di due bagnanti in diversi Paesi. Tariffe a confronto L’indagine ha considerato l’affitto per una giornata di un lettino, una sdraio e un ombrellone e ha tenuto conto anche dei consumi alimentari: due bottiglie d’acqua e due panini acquistati in spiaggia. Si scopre così che in Italia due persone pagano mediamente 35 euro in uno stabilimento di medio livello. La spesa però sale fino a 50 euro, se gli stessi acquisti vengono fatti in località più esclusive o in lidi di livello superiore. Per gli stessi servizi, in Croazia una coppia spende 20 euro, contro i 22 della Grecia, i 24 della Spagna e i 25 della Turchia. Più care dell’Italia, solo la Francia, dove la spesa è di 36,5 euro, e la Germania, dove si sale ai 40 euro.  Differenze di prezzo però, sottolinea il Codacons, "giustificate da un servizio di livello superiore e stipendi sensibilmente più elevati rispetto al nostro Paese".  La mappa dei rincari L’inchiesta dell’associazione dei consumatori fa il paio con un blog (quello del presidente del Codacons, www.carlorienzi.it) che raccoglierà le segnalazioni dei consumatori. Il sito servirà per creare una mappatura delle tariffe e dei rincari e per scegliere il lido più conveniente.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this