22 Giugno 2012

I costi nascosti dell’ online

I costi nascosti dell’ online

Caterina Ruggi d’ Aragona Il risparmio online non è così immediato e neppure scontato. Aspiranti vacanzieri in campana: un clic può costare caro. La differenza tra la tariffa in evidenza e il costo effettivo può arrivare fino all’ 80%, come mostra la recente inchiesta di Altroconsumo. E non è semplice evitare i costi nascosti per servizi essenziali e non: bagaglio, check-in, assicurazione, noleggio auto, albergo. C’ è perfino chi prevede un addebito per il pagamento con carta di credito (fino a 34 euro), una pratica commerciale scorretta, oggetto di denuncia all’ Antitrust da parte di Altroconsumo. «Aspettiamo una sanzione sistematica», dice Marco Bulfon, curatore tecnico dell’ inchiesta. Prima regola, prenotare né troppo presto né troppo tardi: 56 giorni prima della partenza, dicono gli economisti dell’ università di Madrid. Evitando, se possibile, il weekend: anche le promozioni vanno in vacanza dal venerdì alla domenica. Dove acquistare? «Consigliamo di utilizzare i motori di ricerca e le web agency per individuare la compagnia più conveniente, consultare il suo sito ufficiale e poi fare un confronto», dice Bulfon. Mai fermarsi alla prima schermata. Cosa fare, o non fare, per evitare i tranelli che gonfiano il prezzo finale? Proviamo una simulazione. Per prenotare un viaggio aereo da Milano a Londra con easyJet (partenza venerdì 16 novembre-rientro martedì 20), bisogna prendere atto dei costi amministrativi (11 euro), rinunciare a imbarcare il bagaglio (28 euro), evitare di aggiungere assicurazione (19.50 euro), imbarco veloce (25,50 euro), attrezzature sportive (30 euro), noleggio auto e prenotazione albergo. Costo finale: 84.56 euro (78.56 con carta di debito) contro i 31.99 euro pubblicizzati, per la sola andata. Simile la trafila con Ryanair, che propone persino l’ acquisto di valigie, 1.50 euro per un sms di conferma, assicurazioni difficili da evitare. E poi, dai 30/50 euro per il bagaglio a mano di 15-20 km, arriva a chiederne da 60.50 a 84.70 euro per volare in Sardegna a agosto. «Leggere attentamente le condizioni contrattuali prima dell’ acquisto – sintetizza il presidente Codacons Carlo Rienzo – e non dimenticare che i collegamenti low cost toccano spesso scali fuori città, con costi per i transfer». © RIPRODUZIONE RISERVATA.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox