fbpx
16 Febbraio 2008

I COSTI DELLO SPORT Un euro al minuto per una gara di calcetto

PONTEDERA. La Valdera non è Milano e neanche Roma. Ma il Valdarno ci si avvicina… Anche in tema di calcetto, posto che vai e prezzo che trovi: e gli appassionati della zona, che usufruiscono degli impianti per la tradizionale partitella con gli amici o per i campionati organizzati dai vari enti di promozione sportiva, non si possono lamentare. Secondo uno studio svolto dal Codacons, l’affitto del campo di calcetto è aumentato del 93% rispetto a sette anni fa. Nella Capitale si pagano 50 euro di giorno e 60 euro la sera, mentre a Milano la quota è di 50 euro per la partita diurna e 64 euro per quella notturna. Dalle nostre parti i campi di calcetto negli ultimi anni sono letteralmente proliferati, ma in tema di costi, sono piuttosto uniformi. In quanto a qualità ce ne sono per tutti i gusti: alcuni sono al coperto e molti a cielo aperto; così come variano il materiale del manto e le condizioni tariffarie in base al tipo di clientela, coi gestori che cercano di privilegiare le squadre "affezionate", che disputano tutte le partite casalinghe di un campionato sullo stesso terreno; a Ponticelli e Casciana Terme invece ci sono condizioni particolari per i residenti nel comune, mentre in buona parte degli impianti, si risparmiano 5 euro se si gioca di giorno. Prendendo come campione una dozzina di campi sparsi per la provincia di Pisa, è evidente che dalle nostre parti il prezzo oscilla tra i 35 e i 40 euro, con poche eccezioni, provenienti dal Valdarno. Il campo più "caro" tra quelli presi in esame è quello del Fontevivo di San Miniato, in erba sintetica: per giocare qui si spende un euro al minuto; al secondo posto nella lista dei campi più costosi c’è lo Sporting Club Capanne, dove per una partitella tra amici bisogna sborsare le vecchie 100mila lire, cifra che, a memoria, gli appassionati giurano di non aver mai sborsato prima dell’avvento dell’euro: "Con questi soldi – dicono – ci giocavamo due volte". L’ondata di rincari non ha salvato nemmeno il calcetto, anche se molti dei gestori interpellati assicurano che "sono anni che le tariffe non vengono ritoccate".

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox