11 Marzo 2014

I corsi per i cani, conoscerli prima di prenderli in casa. Gli esperti: “Gli animali sono pericolosi solo se mal gestiti”

I corsi per i cani, conoscerli prima di prenderli in casa. Gli esperti: “Gli animali sono pericolosi solo se mal gestiti”

   
Conoscere il cane prima che entri a far parte della propria famiglia. E imparare a conoscerlo meglio anche quando già ne fa parte. E’ questa la finalità del corso per i proprietari di cani organizzato dalla Asl Rm A e Regione Lazio presso il P.P.T dell’ ospedale Nuovo Regina Margherita, in via Morosini 30, che si terrà venerdì 14 marzo dalle 8.30 alle 17. Al corso devono partecipare tutti i proprietari dei cani morsicatori anche se è aperto a chiunque abbia in casa un Fido. “Il proprietario di un cane – spiega Francesca Bellini, veterinario esperto in comportamenti degli animali, tra gli organizzatore del corso – è sempre responsabile del benessere, del controllo e della conduzione dell’ animale e risponde sia civilmente che penalmente dei danni o lesioni a persone, animali o cose provocati dal cane stesso. Da qui l’ importanza di questo percorso formativo, finalizzato a favorire un corretto sviluppo della relazione tra il cane e il proprietario, al fine di consentire l’ integrazione dell’ animale nel contesto sociale, e al termine del quale viene rilasciato un patentino”. Il corso è diviso in quattro parti che comprendono, tra le altre cose, le origini del rapporto tra l’ uomo e il cane, il benessere del cane (bisogni fondamentali e principali cause di sofferenza), campanelli di allarme (quando preoccuparsi e cosa fare), la convivenza cani e bambini (consigli per le famiglie) e obblighi di legge del proprietario. “I proprietari di cani spesso sono presuntuosi – aggiunge Bellini – pensano di conoscere il loro animale ma non è così. Spesso non sanno gestirlo perché superficiali. Un fatto grave, perché il cane se mal gestito è una mina vagante, è come avere un Suv senza saper guidare. Infatti l’ 80% delle aggressioni a cose e persone sono causate da cani di proprietà e all’ interno di una casa”. Ma nonostante ogni anno ci siano in Italia 70.000 morsicature, 192 al giorno, la dottoressa Bellini è contraria alla lista delle 17 razze potenzialmente più pericolose voluta nel 2004 dall’ allora ministro Sirchia e poi abolita dal governo Monti che il Codacons chiede venga ripristinata. “Le black list sono sbagliate perché tra le cause delle aggressioni solo in piccola parte influisce il fattore genetico”. Costo del corso 50 euro Per info: 06 77304324 – 06 77304340.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox