27 Aprile 2020

I consumatori: “Smog, è ora di cambiare strategie sfruttando il lockdown”

NAPOLI (gp) – Impegni seri, immediati, è questa la richiesta da parte dei cittadini per tutelare l’ ambiente nella Fase 2, sfruttando il momento favorevole dovuto al lockdown che ha fatto crollare i livelli di inquinamento. “Bisogna applicare concretamente le misure volte all’ integrazione delle esigenze di sostenibilità ambientale nelle procedure di produzione di beni e servizi; ancora, è necessario ridurre l’ uso delle risorse naturali, sostituendo le fonti energetiche non rinnovabili con fonti rinnovabili, si deve ridurre la produzione di rifiuti e le emissioni inquinanti, nonché i rischi ambientali. Lo studio ha evidenziato una relazione tra i superamenti dei limiti di legge delle concentrazioni di Pm10 registrati nel periodo compreso tra il 10 febbraio e il 29 febbraio e il numero di casi infetti da Covid-19, aggiornati al 3 marzo e le analisi realizzate dai ricercatori indicano un rapporto diretto tra i casi di Covid-19 e lo stato di inquinamento da PM10 dei territori italiani, coerentemente con quanto ormai ben descritto dalla più recente letteratura scientifica per altre infezioni virali. La relazione tra infetti da coronavirus e Pm10 suggerisce un’ interessante riflessione sul fatto che la concentrazione dei maggiori focolai si è registrata proprio in Pianura Padana mentre minori casi di infezione si sono registrati in altre zone d’ Italia. Dunque – secondo Francesco Ta nasi, segretario nazionale dell’ associazione che tutela i consumatori – ci dobbiamo imporre degli obiettivi nuovi, anche alla luce dell’ accordo di Parigi sui cambiamenti climatici e dobbiamo prendere consapevolezza che questa pandemia ci ha lasciato un grande insegnamento: trattare male l’ ambiente vuol dire trattare male noi stessi. I prossimi interventi legislativi dovranno mirare necessariamente verso una sanità più efficiente e un territorio più pulito”, spiegano dal Codacons. Il conto di un atteggiamento sciatto della politica in questa fase sarà pagato l’ anno prossimo e rischia di essere salatissimo.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox