30 Settembre 2009

I consumatori si uniscono “Più potere ai cittadini”

 I consumatori si uniscono «Più potere ai cittadini» Siglata l’intesa fra Adoc, Codacons e Codici

COMO MASSIMA SINERGIA fra tre associazioni consumatori comasche per garantire una tutela maggiore degli utenti.  È questa la finalità dell’intesa (prima in Italia) raggiunta tra le associazioni consumatori Adoc, Codacons e Codici (Centro per i diritti del cittadino) Onlus, proprio per offrire un assistenza ancora più completa ai cittadini. In allestimento alcune iniziative pilota. «La prima – spiega Davide Zanon di Codici Onlus – riguarda il progetto energia. Organizzeremo un convegno per far conoscere ai consumatori comaschi, che siano comuni cittadini o piccole e medie imprese, la filiera energetica, come si formano i prezzi per l’energia che poi vanno affrontati quando arrivano le bollette. IL PASSO successivo sarà l’apertura di una serie di sportelli sul territorio per dare un punto di riferimento al cittadino e alle imprese. In questo modo si potranno creare veri e propri gruppi di acquisto; mettendosi insieme si possono evitare diversi passaggi della filiera e risparmiare sull’acquisto dell’energia».  «Non va dimenticato – aggiungono Giuseppe Doria di Adoc e Mauro Antonelli di Codacons – che le bollette di luce, gas, acqua, e altri generi di importanza fondamentale, da noi sono tra le più care in Europa. Oltre a pesare sulle famiglie, frenano l’economia. Infatti le nostre piccole e medie imprese hanno costi maggiori rispetto a quelle con cui devono competere, come ad esempio imprese francesi, tedesche o spagnole, per non parlare di quelle dell’Estremo Oriente o dei Paesi dell’Est. È semplice risolvere questi problemi: basta avere accesso diretto al mercato, quindi acquistare direttamente dal produttore. E questo si può fare solo acquistando un certo quantitativo che si ottiene consorziando diverse imprese». UN’ALTRA iniziativa della nuova "triade" di associazioni consumatori comasche è quella del Credito consapevole. «Il nostro impegno – dice Doria – è sostenere il consumatore nella lotta impari contro le banche. Ai prestiti vengono applicati interessi molto sostanziosi. Noi vogliamo accompagnare le famiglie aiutandole a capire qual è il debito che possono effettivamente sopportare. Un’iniziativa, questa, che si inserisce anche nella lotta contro l’usura. Sempre d’accordo con la Camera di commercio di Como vorremmo aprire uno sportello presso un soggetto pubblico, che sia il Comune o la Provincia, o altro a questo scopo. Quello dell’indebitamento da prestiti è un problema molto grave anche nella nostra provincia.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox