30 Dicembre 2010

I clienti di Trenitalia che hanno subito ritardi a seguito dell’ ondata di maltempo del 17 dicembre saranno rimborsati

I clienti di Trenitalia che hanno subito ritardi a seguito dell’ ondata di maltempo del 17 dicembre saranno rimborsati
 

PESCA RA – I clienti di Trenitalia che hanno subito ritardi a seguito dell’ ondata di maltempo del 17 dicembre saranno rimborsati. L’ iniziativa è stata adottata, spiega una nota di Trentitalia, «come segno di attenzione verso i clienti, sebbene le normative italiane e comunitarie non prevedano indennità per i ritardi provocati da avverse condizioni meteorologiche». La richiesta dell’ indennità potrà essere fatta dal 7 gennaio e fino al 17 dicembre 2011 presso le biglietterie di Trenitalia, agenzie di viaggio, call center, sito web, indirizzo e-mail rimborsi@trenitalia.it, a seconda del canale utilizzato per l’ acquisto del biglietto. L’ indennità verrà riconosciuta, a scelta del viaggiatore, con il rilascio di un bonus valido per l’ acquisto di un nuovo biglietto oppure in denaro, e sarà pari al 25% del prezzo del biglietto per i ritardi compresi tra 60 e 119 minuti, del 50% per quelli compresi tra 120 e 239 minuti e all’ intero prezzo del biglietto per i ritardi pari o superiori a 240 minuti. Tutte le modalità sono illustrate sul sito www.trenitalia.com Quanto alle autostrade, le associazioni dei consumatori hanno predisposto un modello che gli automobilisti danneggiati durante la nevicata del 17 e 18 dicembre dovranno compilare come «domanda di conciliazione per i disservizi autostradali». Sono molti i cittadini abruzzesi coinvolti. Autostrade per l’ Italia ha infatti attivato un confronto con la "Consulta per la Sicurezza", cui prendono parte quali associazioni dei consumatori Adoc, Adusbef, Adiconsum, Codacons e Federconsumatori per «individuare possibili interventi da adottare per testimoniare ai propri clienti un gesto di attenzione per i disagi subiti. La gestione del riconoscimento dei predetti segni di attenzione sarà curata direttamente da Autostrade per l’ Italia per i transiti conclusi fino alle ore 20 ed attraverso la procedura di conciliazione». Per informazioni rivolgersi alle associazioni indicate.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox