25 Gennaio 2016

Guidatori maldestri in arrivo la stangata

Guidatori maldestri in arrivo la stangata
rc auto rincari per 130mila toscani. ania: «ma le tariffe sono in flessione»

di Stefano Taglione Nel corso del 2015 hanno causato almeno un incidente stradale. Ora, al rinnovo della polizza auto, potrebbero pagare un premio più salato. Secondo il portale Facile.it, 130mila automobilisti toscani rinnovando l’ assicurazione della macchina peggioreranno la propria classe di merito, dovendo naturalmente sborsare più soldi a parità di condizioni contrattuali. I toscani sarebbero i guidatori più maldestri d’ Italia (oppure solo coloro che dichiarano più sinistri). Il 5,88% degli automobilisti della nostra regione – secondo un’ analisi effettuata su oltre 800mila preventivi realizzati su Facile.it fra novembre e dicembre 2015 – pagheranno un premio più alto. Più degli umbri (5,63%) e dei laziali (5,55%). Un dato che il portale definisce non nuovo, ma che sembra stupire addetti ai lavori come l’ avvocato Gianluca Di Ascenzo, uno dei presidenti di Codacons e alla guida anche dell’ Ufficio legale nazionale. «Mi meraviglio di questo numero – afferma Di Ascenso – e non me lo sarei certo aspettato. Si tratta senz’ altro di un indicatore che merita di essere analizzato». Secondo i dati raccolti dall’ osservatorio statistico di Facile.it, in Toscana il premio assicurativo medio è pari a 579,76 euro, già più alto – quasi del 15% – rispetto a quello nazionale. C’ è da dire, però, che nell’ ultimo anno (fra il dicembre del 2014 e lo stesso mese del 2015) per una polizza si spende mediamente l’ 11% in meno, come evidenzia lo stesso portale dedicato al risparmio. Un dato rivendicato anche da Ania, l’ Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici, che preferisce non commentare i numeri di Facile.it. «I prezzi delle polizze sono da tempo in flessione – commenta Umberto Guidoni, responsabile del servizio auto di Ania – e non è assolutamente detto che un eventuale malus porti a un aumento del premio assicurativo. Inoltre, se ad esempio il malus prevede un rincaro della polizza del 3%, ma si ottiene uno sconto del 5% dalla compagnia, il bilancio per l’ assicurato è comunque positivo. Con il calo dei prezzi in atto e le politiche di sconti adottate dalle imprese – continua Guidoni – questa è un’ eventualità molto probabile. Negli ultimi tre anni i prezzi delle polizze auto si sono ridotti del 20%, del 7% nel solo 2015». Secondo l’ associazione – a parità di condizioni contrattuali – gli automobilisti potrebbero risparmiare anche nel 2016. «Ci aspettiamo ulteriori ribassi, seppur più contenuti – sostiene Guidoni – dato che rispetto al passato le polizze sono più dinamiche. Si possono ottenere tariffe migliori, ad esempio installando una scatola nera, che poi aiuterà a capire le dinamiche degli eventuali incidenti. Le compagnie sono favorevoli alla diffusione di questo dispositivo, importante anche perché stimola comportamenti virtuosi alla guida. I ribassi, negli ultimi tre anni, ci sono stati perché è diminuita la circolazione dei veicoli, così come naturalmente gli incidenti e i costi delle assicurazioni. Nel 2016 – conclude Guidoni – potrebbe esserci un lieve aumento della circolazione». Gianluca Di Ascenzo, presidente Codacons ed esperto della materia, consiglia a chi vuole rinnovare la polizza di servirsi di Tuopreventivatore.it, strumento ufficiale dell’ Istituto per la vigilanza delle assicurazioni. «Il prezzo è vincolante ed è un buon parametro di riferimento – spiega l’ avvocato – e può senz’ altro essere un punto di partenza per spuntare un prezzo ancora più basso o comunque condizioni migliori». ©RIPRODUZIONE RISERVATA.
stefano taglione

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox