fbpx
29 Settembre 2019

Guida ubriaco e uccide tre suoi amici

Tornavano da una serata in discoteca, trascorsa tra amici come tante altre volte era capitato, i quattro ragazzi coinvolti in un terribile incidente nella notte tra venerdì e sabato nel ferrarese: l’ auto ha sbandato in rettilineo e si è schiantata contro un platano. Tre sono morti, l’ unico sopravvissuto è il guidatore, un 24enne che i carabinieri denunceranno per omicidio stradale. Sottoposto ad accertamenti, è infatti risultato avere un tasso alcolemico elevato, 1,3 grammi per litro (il limite massimo consentito per legge è 0,5). Il drammatico schianto intorno alle 2.20 della notte a Vigarano Mainarda, in provincia di Ferrara. L’ auto sulla quale viaggiavano, una Mazda bianca, dopo lo schianto è rimbalzata ed tornata al centro della carreggiata. Così l’ ha trovata un cittadino di passaggio sulla strada, la via Centese, che ha chiamato i carabinieri. I militari, giunti sul posto, hanno trovato il conducente ancora vivo e con l’ intervento di vigili del fuoco e 118 è stato poi portato in ospedale. Nell’ impatto hanno invece perso la vita Manuel Si gnorini, 23 anni, Giulio Nah, di 28, e Miriam Berselli di 21. I quattro lavoravano insieme in un supermercato della zona, ed erano amici. Proseguono gli accertamenti dei carabinieri, che comunque hanno la certezza che l’ auto sia uscita di strada autonomamente all’ uscita di una curva, lungo un rettilineo. La perdita di controllo del mezzo sarebbe dovuta alla velocità elevata unita probabilmente alla scarsa lucidità del 24enne alla guida, che aveva bevuto molto e che ora è l’ unico sopravvissuto a una notte di festa che si è trasformata in dramma. «Sto proponendo il lutto cittadino al consiglio comunale per la morte dei tre ragazzi che da Cento porta a Ferrara». Lo ha detto Barbara Paron, sindaco di Vigarano Mainarda. «Di fronte a un lutto così grande credo che il silenzio sia più che dovuto, sono vicina alle famiglie dei ragazzi e rispetto il loro dolore. Da parte nostra, a Vigarano – ha aggiunto stiamo lavorando ad un’ iniziativa per la giornata internazionale degli incidenti su strada perché, se è vero che le istituzioni devono fare la loro parte per scongiurare queste tragedie utilizzando le risorse che il bilancio ci permette di investire, vanno anche sensibilizzati gli automobilisti sulle cause degli incidenti. Serve un grande lavoro di sensibilità rispetto al codice strada, lavorare sulla cultura del rispetto delle norme». «L’ ennesima tragedia dopo una serata in discoteca evidenzia ancora una volta come sia indispensabile incrementare i controlli sulla sicurezza stradale, specie nei luoghi della movida frequentati dai giovani», ha affermato il Codacons, dopo quanto avvenuto a Vigarano Mainarda, nel ferrarese, dove due ragazzi e una ragazza hanno perso la vita a seguito di un incidente stradale. «Il numero di giovani che perdono la vita in Italia dopo una serata in discoteca assomiglia sempre di più ad un bollettino di guerra – sottolinea il presidente Carlo Rienzi – Da tempo chiediamo di incrementare i controlli sulle strade, con particolare riferimento ai weekend e alle zone dove sono ubicati locali e discoteche, e dove i giovani si mettono troppo spesso alla guida dopo aver bevuto alcolici o assunto droghe». «Crediamo che la magistratura debba indagare anche sull’ attività di prevenzione e repressione realizzata dagli enti locali a Ferrara, sul numero di pattuglie in circolazione nelle ore notturne e sui controlli realmente eseguiti sulle strade».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox