24 Febbraio 2009

Guerra tra Cacciari e Ferrovie

Infuriano le polemiche per i treni presi d’assalto dai turisti Domenica notte soltanto un convoglio speciale per Bologna

 VENEZIA. Trasporto ferroviario per Carnevale ancora sotto accusa dopo il caos di sabato sera con migliaia di turisti che, in mancanza di treni speciali, hanno preso d’assalto i vagoni, con sit-in sui binari (come mostra la foto). Domenica notte la situazione si è replicata e solo grazie all’istituzione di un treno speciale con destinazione Bologna voluto e richiesto dalla Prefettura, su indicazione della Polfer, si è evitato il peggio. Polemiche. Non si placano le polemiche tra Trenitalia e il Comune di Venezia e alla diatriba si aggiungono le accuse del consigliere regionale Nicola Atalmi: «L’assessore Chisso se ne frega di quanto accaduto, intervengano il suo collega al Turismo Manzato e il prefetto». Il treno speciale. Domenica notte solo grazie alla grande pazienza degli operatori della Protezione aziendale di Trenitalia e all’intervento della Polfer si è scongiurato il disastro. C’è stato comunque qualche scalmanato che, esasperato dall’attesa, ha provato a sfondare il blocco preventivo all’ingresso dei binari creato dalle forze dell’ordine. La Polizia, capendo quanto sarebbe potuto accadere, ha allertato la Prefettura segnalando l’emergenza. L’ordine. Da Ca’ Corner quindi è partita dunque la telefonata a Trenitalia: serve un nuovo treno. Alle 22.15 ha avuto finalmente il via libera un convoglio che ha portato a casa circa 300 persone rimaste a terra poiché i treni precedenti erano pieni. Cacciari. «I treni speciali che il Comune richiede ci sono in eventi come il Redentore e Capodanno, ovvero quando si ritengono necessari convogli che partano dopo dopo la mezzanotte, orario scoperto dalla programmazione ferroviaria. Per il Carnevale la situazione è diversa: qua si parla di un servizio non garantito all’interno della giornata e non dopo la mezzanotte. Quindi la colpa è tutta di Trenitalia», accusa il sindaco Massimo Cacciari. Martedì Grasso. Per ora non ci sono treni speciali previsti per oggi, ma la situazione potrebbe essere analoga a quella di domenica: se la Polfer vedrà che la folla in stazione non sarà gestibile, chiederà l’intervento della Prefettura.  Il Codacons.  Il presidente regionale del Codacons Franco Conte lancia un appello: «Se ci sono dei viaggiatori che vogliono sporgere denuncia sia per il danno del ritardo, sia per un danno biologico esistenziale, noi siamo pronti a intentare una causa contro Trenitalia». Poi l’affondo: «Con il Mozabico condividiamo il triste primato, quello della corruzione. Non vorrei che il trasporto pubblico arrivasse a una posizione in classifica pari. Non è possibile che il diritto del viaggiatore venga calpestato così».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox