1 Ottobre 2007

Grillo rompe la tregua con Mastella

Grillo rompe la tregua con Mastella

Il comico incita il popolo del Vaffa-day: “10, 100, 1.000 De Magistris“



ROMA. Beppe Grillo rompe la `tregua` siglata per via virtuale qualche giorno fa con il ministro della Giustizia Clemente Mastella. E torna a polemizzare con il Guardasigilli sul caso Catanzaro. Sul suo blog Grillo ricorda che alcuni studenti di un liceo scientifico calabrese sono stati sospesi dal loro preside “perchè hanno protestato contro la `mastellata` del trasferimento, chiesto al Csm, del Pm Luigi De Magistris. Il ministro della Pubblcia istruzione manderà i suoi ispettori?“, si chiede Grillo polemicamente. “La P2 aveva nel suo programma il controllo e l`influenza delle istituzioni, a partire dall`informazione – continua il comico – il piano è quasi riuscito, manca solo la magistratura. In nessun paese democratico – aggiunge – è stata condotta una guerra totale contro la magistratura come in Italia, con decine di giudici morti ammazzati, procure lasciate senza mezzi, leggi a favore dei delinquenti“. “Dei ragazzi – continua – dimostrano di avere più palle e coraggio civile di tutti i parlamentari messi assieme e vengono sospesi. Fate come loro – incita Grillo rivolgendosi al popolo del V-day – e gridate, come gridano loro nelle piazze di Calabria, `10, 100, 1000 De Magistris“`. Beppe Grillo? “Lo appoggio in pieno: l`ho sempre stimato moltissimo, a prescindere. E ora, se possibile, anche di più. Sta portando in evidenza una protesta generalizzata contro questo sistema“. E` una dichiarazione d`amore in piena regola, quella di Luna Grillo, figlia del comico genovese, nei confronti di un padre un po` assente: “Confesso – dice Luna – che ho sempre avuto qualche difficoltà a considerarlo un padre nel senso classico del termine. L`ho sempre visto poco. A volte andavamo con mamma a Genova a trovarlo. Ha sempre vissuto in tournè. Da piccola mi è mancato molto ma ora ci sentiamo regolarmente. E quando è da queste parti, spesso viene anche a trovarci a casa“. Sul futuro politico di Beppe Grillo, la ragazza – cantante pop-rock inglese, disegnatrice e cameriera in un pub di Rimini, dove vive ancora con la madre e il fratello Davide – dice di vederlo ben messo: “Lo invito a continuare su questa strada. Sarebbe molto credibile. Lo voterei mille volte, e come me tante tante persone. E anche per questo, forse, dà così fastidio a qualcuno. Lui è un uomo straordinario“. Intanto, il Codacons ha presentato un esposto all`Antitrust relativamente alla campagna pubblicitaria di una iniziativa che si terrà il prossimo 6 ottobre a Roma, dal titolo `Dal V-Day alla Lista Civica Nazionale`, promossa tra gli altri da Roberto Alagna, Oliviero Beha, Pancho Pardi, Elio Veltri. “In diversi punti di Roma – afferma l`associazione nell`esposto – si constatava la presenza di numerosi cartelloni pubblicitari con la seguente scritta: `Dal V-Day alla Lista Civica Nazionale`. Inequivocabile appare il richiamo alla manifestazione promossa ed organizzata da Beppe Grillo, il c.d. V-day (o Vaffa-day) tenutasi a Bologna in data 8 settembre 2007, e che ha conseguito un enorme successo mediatico, anche grazie alla vasta campagna di informazione effettuata attraverso il sito telematico gestito dal medesimo, appunto www.beppegrillo.it.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this