7 Marzo 2018

«Grazie ai tantissimi che hanno riposto fiducia in me e nel M5S»

«VOGLIO ringraziare i tantissimi che hanno riposto fiducia in me e nel Movimento 5 Stelle. Nonostante non siano ancora stati ufficializzati i risultati, siamo sicuri, avendo ottenuto un successo elettorale chiaro e indiscutibile, che sarò il vostro portavoce nel Senato della Repubblica nella XVIII legislatura». Sono le 22 circa di lunedì 5 marzo quando il capitano di fregata Gregorio De Falco rompe lo scaramantico ‘silenzio stampa’ osservato fino a quel momento e annuncia – sul suo profilo Facebook – la sua elezione da senatore. La matematica non è un’ opinione e l’ entourage del Movimento riunito a Firenze aveva sciolto i dubbi già due o tre ore prima. Sulla base dei calcoli, dei seggi spettanti e dei voti presi, era chiaro che la quota proporzionale del Rosatellum sarebbe stata la ‘scialuppa di salvataggio’ per mandare a Roma almeno due dei tre candidati livornesi. Così è stato per De Falco e per il ventisettenne Stefano Berti. Eppure proprio lunedì sera alcune agenzie di stampa lunedì sera hanno ugualmente battuto la fake news di una debacle di De Falco. Notizia farlocca in cui casca anche il Codacons. Il coordinamento delle associazioni per la difesa dei diritti consumatori che alla vigilia del voto aveva presentato alla Procura di Livorno un esposto contro il comandante-candidato in relazione al comportamento da lui tenuto nella notte del naufragio della Concordia. E ieri mattina, dando per buona la falsa notizia della sua non elezione, il Codacons diffonde un comunicato di commento al voto. «Toscana, elezioni: Codacons e cittadini – è il titolo del comunicato – vincono contro Gregorio De Falco (M5S): l’ ex capitano tra i pochi sconfitti del M5S». Tanto che lo stesso De Falco è ‘costretto’ suo malgrado a diramare una smentita ufficiale: «La stampa continua da ieri a diffondere una falsa notizia, secondo cui non sarei stato eletto. In realtà sono stato eletto al Senato nel collegio di Livorno». Raggiunto via sms, il neosenatore si dice «molto soddisfatto». «Spero – dice – di poter continuare a farmi chiamare capitano».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox