24 Giugno 2015

Grattino scaduto e contravvenzioni L’altolà del ministero al Comune

Grattino scaduto e contravvenzioni L’altolà del ministero al Comune
Nessuna multa se si sosta oltre il periodo per il quale si è pagato il ticket

di Antonio Della Rocca LECCE – Il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti boccia il Comune di Lecce sull’annosa questione del grattino scaduto, il tagliando per la sosta a pagamento sulle strisce blu. Come fa sapere il Codacons di Lecce, lo stesso Ministero ha espresso un parere che conferma l’orientamento espresso a suo tempo dalla prefettura del capoluogo salentino secondo cui non è corretto sanzionare i veicoli nel caso in cui la sosta di un veicolo si prolunghi oltre l’orario che appare sul grattino.

La norma

In particolare, il Ministero ha definitivamente chiarito come, laddove la sosta sia consentita a tempo indeterminato e sia subordinata al solo pagamento di una somma di denaro, il protrarsi della sosta oltre il termine per il quale è stato effettuato il pagamento non determina una violazione di obblighi previsti dal Codice della Strada, ma si configura come una inadempienza contrattuale. Ciò, secondo il Ministero, comporta unicamente il recupero delle tariffe attraverso le procedure coattive e l’eventuale applicazione di una penale secondo quanto previsto nella regolamentazione. «Il prefetto di Lecce, aveva, quindi, pienamente ragione quando comunicò al sindaco che avrebbe provveduto ad annullare tutti i verbali emessi per grattino scaduto a presentazione di semplice ricorso da parte del cittadino», spiega il responsabile dell’ufficio legale del Codacons salentino, Piero Mongelli, che chiede lo stop immediato alle multe. «Abbiamo lasciato che il Comune di Lecce verificasse la propria posizione in ogni possibile sede — aggiunge Mongelli —, ma il giudice di pace gli ha dato torto, il prefetto di Lecce gli ha dato torto e oggi anche il Ministero gli ha dato torto. Perfino l’Anci ha emesso un parere tecnico in cui evidenzia come nel caso di possibilità di sosta a tempo indeterminato regolata dalla sola tariffazione non si possa procedere a sanzioni».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox