21 Gennaio 2011

Grattino, il Codacons presenta un esposto in Procura

LECCE- E’ stato il motivo che ha fatto andare su tutte le furie gli automobilisti durante le feste di Natale: l’ aumento della tariffa per il parcheggio da 1,03 a 1,50 euro all’ ora. Aumento che, in base all’ ordinanza (la n. 1404 del 24/11/2010) presentata dal sindaco Paolo Perrone in conferenza stampa giusto qualche giorno prima delle feste, avrebbe dovuto riguardare solo i giorni festivi nel periodo compreso tra il 5 dicembre e il 6 gennaio. Invece è stata applicata interrottamente per un mese. Come mai? Il Codacons di Lecce e il Movimento difesa del cittadino presentano un esposto alla Procura per vederci chiaro e risolvere quello che definiscono «un vero e proprio guazzabuglio» . Perché, in seguito ad accertamenti, le due associazioni hanno scoperto che c’ è non una, ma due diverse ordinanze comunali aventi lo stesso numero e protocollate lo stesso giorno, ma con contenuto contrastante: in una, quella a firma del funzionario tecnico del Settore Mobilità Carlo De Matteis, si stabilisce che l’ aumento sarà applicato solo nei giorni festivi; nell’ altra -stesso numero di protocollo e stessa data, ma a firma del dirigente Settore Trasporti Sergio Aversa -si estende l’ aumento anche ai feriali. «L’ assessore al Traffico Giuseppe Ripa si è giustificato dicendo che la prima ordinanza era solo una bozza» , dicono gli avvocati Piero Mongelli del Codacons e Luigi Mariano del Mdc. Ma allora perché è stata illustrata in conferenza stampa e per di più protocollata? E se anche si fosse deciso di modificarla, perché non ne è stata data comunicazione? Conti alla mano, l’ aumento esteso oltre il dovuto, ha fruttato alla Sgm, società che gestisce il servizio e ha come soci il Comune più due privati, oltre 200mila euro. (P. Mosc.) © RIPRODUZIONE RISERVATA.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox