15 Ottobre 2010

Grande è la confusione sotto il cielo della A3: tra annunci e smentite le ironie della Codacons

Facciamo un po’ d’ordine. A sentire il premier, nel suo discorso alla Camera in sede di voto di fiducia, qualche settimana fa c’era da stare tranquilli: A3 completata. O meglio, in replica alle risate e agli sberleffi dell’aula, non è stata completata per colpa della sinistra. E comunque prevediamo di finire i lavori entro il 2013. Ed è una.

Arriva dopo poche ore la rettifica del ministro competente, Matteoli: "sulla Salerno-Reggio solo bugie", dice. In pratica smentendo il primo ministro. Perché, spiega, bisogna fare un po’ di chiarezza: facendo due calcoli, "entro il 2014 si arriva 90% dell’autostrada e per i restanti 50 km la tempistica dipenderà dal progetto definitivo", la finiamo in 4 anni, anche 5 sostanzialmente. E va bene, sono due.

Ieri lo stesso ministro per le Infrastrutture interviene durante un incontro con l’Anas a Lamezia Terme. La priorità, ammette, è il ponte sullo Stretto. La A3 potrà anche subire ritardi, dati i recenti agguati della ‘ndrangheta nei cantieri e la richiesta di impiego delle forze armate. Ma il ponte lo si fa, e presto, "perché non c’entra nulla con la Salerno-Reggio Calabria". E sono tre.

Oggi arriva, invece, il leghista Castelli, a rispondere alla Camera all’interrogazione ad hoc presentata dall’Udc. "Voglio confermare l’impegno assunto dal Governo per il completamento di tutti i lavori di ammodernamento per la fine del 2013", taglia corto. "Allo stato, i lavori ultimati, in corso o in appalto sulla nuova autostrada che saranno completati entro il 2013, riguardano 383 chilometri, pari a circa l’86 per cento dell’intero nuovo tracciato". Quindi a fine 2013 la finiscono. Ma per l’86%. Smentendo il 90% in 4 anni circa di Matteoli e il sottinteso tutto finito! del Cavaliere. Ed è la quarta.

Il Codacons, sentito Castelli, non è proprio d’accordo. ”L’Autostrada Salerno-Reggio Calabria pronta nel 2013? Sembra più una battuta che una reale possibilità, e non crediamo affatto che i lavori possano concludersi entro questa data”, ironizza il presidente Carlo Rienzi.

E’ "una storia infinita, di cui non riusciamo a vedere l’epilogo. Siamo pronti a scommettere che nel 2013 ci saranno ancora cantieri aperti su questa autostrada e disagi per gli automobilisti. Cio’ che e’ certo, e’ che il costo totale dei lavori, pari a 22 milioni di euro per km, è impressionante, e verrebbe da pensare che per realizzare il manto stradale siano stati utilizzati oro e brillanti!”. E cinque. Fateci sapere, eh: in caso si prende un bel treno.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox