15 Dicembre 2019

Granato: «Partiti ormai in crisi»

 

L’inchiesta che ha visto finire nel regi-stro degli indagati anche i datori di la-voro dei consiglieri Tommaso Brutto,Andrea Amendola, Enrico Consolan-te e Sergio Costanzo – Carmelo Coluc-cio, Antonio Amendola, Elzbieta Mu-sielak, Sabrina Scarfone, Salvatore LaRosa – ha suscitato ovviamente una se-rie di reazioni non solo tra i consigliericomunali coinvolti (gli unici esclusisono stati Roberto Guerriero e Vin-cenzo Ciconte) ma anche dalla societàcivile. Tra gli indagati, il consigliereEugenio Riccio ha rotto il silenzio af-fermando che sta valutando «di chie-dere immediatamente un colloquiocon il pm titolare dell’indagine al finedi chiarire gli evidenti equivoci in cuimi sono trovato, mio malgrado, in ballo». Va detto che diversi sono statigli esponenti consiliari che hannoscelto di affermare la propria estranei-tà al quadro ipotizzato dalla procura,dicendosi certi di poter dimostrare laregolarità delle proprie posizioni.Di tutt’altro avviso era stato pocheore dopo“l’esplosione”dell’indagineil Codacons che con Francesco Di Lie-to aveva invitato tutti i consiglieri alledimissioni sostenendo che al di làdell’esito dell’inchiesta «c’è una re-sponsabilità morale prima di quellagiuridica». Duro anche il commentodella senatrice 5Stelle Bianca LauraGranato per la quale l’inchiesta «con-ferma come in Calabria i vecchi partitisiano in crisi totale e sia urgente ilcompleto ricambio dei rappresentan-ti politici, soprattutto alle prossimeelezioni regionali». Non solo, la parla-mentare pentastellata invita alla ri-flessione partendo da questa vicendae rivendicando il fatto che «le indaginisono partite da un mio esposto delloscorso anno. Io non ero entrata inConsiglio comunale e il Movimento 5Stelle non aveva nemmeno un consi-gliere eletto. Ciononostante, –evi -denzia –da parlamentare mi occupaidel caso investendo la procura guida-ta da Nicola Gratteri. Ciò significa –prosegue la senatrice –che il Movi-mento 5 Stelle, rimasto al di fuori delleistituzioni locali in quanto spesso pe-nalizzato dal voto, in Calabria alquan-to frutto di logiche clientelari, ha con-dotto una coraggiosa opera per la pu-lizia nell’amministrazione pubblica».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox