9 Giugno 2009

GOVERNO: CONSIGLIO DI STATO CONFERMA DIRETTIVA SU VOLI DI STATO

 
      Roma, 9 giu. – (Adnkronos) – Il Consiglio di Stato ha confermato
la direttiva del governo Berlusconi sui voli di Stato, respingendo il
ricorso presentato dal Codacons. "Il Consiglio di Stato, con la
decisione odierna, ha mancato di coraggio -dice il presidente del
Codacons, Carlo Rienzi-. Nel merito della decisione dei giudizi di
palazzo Spada, non e’ vero che non vi sia danno derivante dalla
direttiva contestata, dal momento che ad essere danneggiata e’ prima
di tutto l’immagine del nostro Paese all’estero", prosegue Rienzi.
      "Non solo. Il Codacons aveva chiesto di sospendere solo il comma
2 dell’art. 5 della direttiva Berlusconi, che prevede la possibilita’
arbitraria di trasportare estranei sui voli di Stato. La sospensione
di tale comma, non avrebbe certo interrotto la continuita’ del
trasporto aereo di Stato. Resta lo sconcerto -conclude Rienzi- per
l’avallo di comportamenti che, quantomeno, sono eticamente assurdi. Il
Codacons, proseguendo la sua battaglia a tutela dei contribuenti, si
rivolgera’ alla Corte dei conti, chiedendo di verificare una serie di
trasporti di Stato e i passeggeri che hanno preso parte a tali
spostamenti".
      L’associazione annuncia anche un ricorso alla Commissione
europea, relativamente alla questione sicurezza quando i soggetti
presenti sui voli di Stato non vengono identificati con nome cognome
ma solo con la generica indicazione ”passeggero”. Tra i casi
segnalati dall’associazione, e contenuti nel documento della Guardia
di finanza pubblicato sul sito carlorienzi.it vi sono alcuni
spostamenti ”estivi” o avvenuti addirittura nel giorno di
Ferragosto. Il Codacons cita alcuni esempi che coinvolgono Maurizio
Gasparri, Domenico Siniscalco, Antonio Marzano.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox