fbpx
11 Ottobre 2008

Gli utenti ater devono 371 euro all’aca

Le 3.500 utenze che risiedono negli alloggi popolari Ater di Pescara dovranno corrispondere all’Aca spa, per i consumi idrici effettuati dal 1º settembre 2006 al 1º settembre 2008, la stessa quota versata all’Azienda territoriale per l’edilizia residenziale, ossia 15,49 euro mensili. Ci sono 90 giorni di tempo per effettuare il pagamento: 371,76 euro complessivi per ciascuna utenza, dilazionabile in tre rate. Una volta eseguito il versamento, gli utenti potranno recarsi presso gli uffici dell’Aca, in via Maestri del lavoro, per regolarizzare il contratto di fornitura idrica. E’ quanto emerso durante l’incontro operativo tra i vertici dell’Aca spa, la direzione dell’ater e alcune delle associazioni dei consumatori invitate (Arco, Federconsumatori Abruzzo, Codici Abruzzo, Adiconsum, Uil Uniat, Cisl-Sicet). Assenti Codacons, Cgil-Sunia, Ugl, Unione Inquilini d’Abruzzo e Assocasa-Ugl. Il rapporto tra Aca e Ater è iniziato nel 2005. Ma restava il nodo del mancato pagamento delle bollette 2006-2007 all’Azienda acquedottistica.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox