29 Giugno 2019

Gli italiani non spendono più Nei negozi sconti già iniziati

energia pulita per realizzare la coca cola
di Lorenzo Allegrini MILANO L’ inflazione resta stabile ,con prezzi anemici per la debolezza dell’ economia e degli acquisti delle famiglie. L’ Istat rileva che i prezzi al consumo aumentano a giugno dello dello 0,2% su base mensile e dello 0,8% sui dodici mesi, lo stesso ritmo annuo del mese precedente. Si conferma ,scrive l’ istituto statistico , “la persistenza di un quadro di bassa inflazione” soprattutto per l’ inversione di tendenza dei beni energetici non regolamentati ,come la benzina. Anche il cosiddetto carrello della spesa ,composto da beni alimentari ,per la cura della casa e della persona ,rimane stabile ,aumentando a un ritmo dello 0,3%. I dati arrivano proprio a ridosso dei saldi estivi, ma i consumatori avvertono che i negozianti sono già stati costretti ad anticipare gli sconti per sostenere le vendite. Il Codacons scrive che l’ andamento dei prezzi “rispecchia la crisi dei consumi che sta caratterizzando l’ Italia”. Dal 6 luglio i saldi partiranno in tutta Italia. “Un inizio ,però ,solo formale” ,avverte l’ asso ciazione dei consumatori, che sottolinea come “numerosi negozi e catene commerciali hanno lanciato sconti e promozioni specia li per i propri clienti ,con ribassi che arrivano fino al -60% comunicati via sms, Facebook, Whatsapp o mail” perché “le vendite di capi d’ abbigliamento estivi tra maggio e inizio giugno sono state disastrose in tutto il Paese, a causa del maltempo”. Secondo Confcommercio “il dato di giugno conferma l’ assenza di tensioni sui prezzi al consumo” ,insomma si compra poco. In particolare ,prosegue l’ associazione commercianti , si vede “la fragilità dei consumi più tradizionali” ,testimoniata “dall’ azzeramento o quasi della variazione annua dei prezzi su alimentari e bevande ,abbigliamento e arredamento”. Nonostante tutto il Coda cons calcola una spesa maggiore per le famiglie con due figli di 348 euro annui e teme che nei prossimi giorni possano già iniziare rincari. “Aumentano – avverte l’ associazione – le tariffe telefoniche e le bollette della luce. Incrementi si registreranno nel comparto dei trasporti e in quello turistico”. I quattro stabilimenti Coca-Cola Hbc Italia utilizzano solo energia prodotta da fonti rinnovabili e imballaggi già oggi 100% riciclabili. I risultati ottenuti sono frutto di progetti pluriennali che hanno coinvolto l’ intera catena: dall’ approvvigionamento energetico nella produzione delle bevande ,all’ attenzione alla vita dei prodotti dopo il consumo. Sono alcuni dei dati contenuti nel 15esimo rapporto di sostenibilità “Il nostro viaggio insieme”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox