fbpx
22 Giugno 2001

GLI ESAMI (IRREGOLARI) NON FINISCONO MAI…

GLI ESAMI (IRREGOLARI) NON FINISCONO MAI?. DOPO IL CAOS DELLA MATURITA? CI SI METTONO PURE GLI ENTI PUBBLICI DI PRESTIGIO

IL CODACONS PRESENTA UNA DENUNCIA ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI ROMA CONTRO I FUNZIONARI DELL?ISPESL CHE HANNO FATTO USCIRE IL PERSONALE DEL PALAZZO DEI CONCORSI DURANTE UNA PROVA
ESAMI DI MATURITA?: ECCO COME PUO? FARE RICORSO CHI SBAGLIA LA PROVA









Come se non bastasse la bufera scatenata dagli ultimi esami di maturità e dall?uso truffaldino di internet e cellulari, ora ci si mettono anche gli enti pubblici di prestigio a creare caos durante le prove dei concorsi! E? successo di tutto ieri, durante la prova scritta di un concorso per operatore tecnico dell?ISPESL (Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro). Infatti, una volta aperte le buste contenenti i quiz a cui dovevano rispondere i candidati, ci si è resi conto che le copie non erano sufficienti per tutti i presenti, e così alcuni funzionari dell?IPESL hanno permesso al personale del Palazzo dei Concorsi di Via Induno a Roma, di uscire per fare altre fotocopie. Qualcuno però ha avuto da ridire, e così, dopo l?intervento dei carabinieri, l?esame è stato annullato. Infatti i testi dei quiz non avrebbero dovuto in nessun caso uscire dal Palazzo, e sono state così violate le norme che regolano l?esecuzione della prova. Il CODACONS, quindi, ha deciso di denunciare per questa violazione alla Procura della Repubblica di Roma, i funzionari dell?ISPESL, responsabili dell?infrazione.

Sul fronte degli esami di maturità il CODACONS non si ferma e ha predisposto sul proprio sito (www.codacons.it) un modello tipo per gli studenti che dopo la prova di ieri verranno bocciati. Costoro potranno utilizzare il modulo per chiedere la ripetizione della prova o addirittura l?attribuzione di un voto positivo al proprio elaborato, in condizione di par condicio rispetto a tutti gli altri studenti che hanno potuto superare gli scritti. Gli alunni bocciati potranno anche adire alle vie legali chiedendo un risarcimento danni.

?Basta con gli esami a livello nazionale che non consentono controlli adeguati ed efficaci? ha dichiarato il presidente del CODACONS, Avv. Carlo Rienzi,? gli esami devono essere svolti con delle prove diverse per i singoli istituti, in modo da non consentire interventi esterni che possano compromettere la validità della prova.?

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox