22 Marzo 2011

Gli autovelox truccati

Gli autovelox truccati
 

• La Guardia di Finanza di Brescia ha scoperto un giro di autovelox taroccati con 146 amministrazioni coinvolte. In pratica erano utilizzate apparecchiature non omologate. Le violazioni del codice illecitamente contestate sarebbero 82mila. • Per il Codacons, a fronte di una situazione così straordinaria, deve intervenire il Governo. Molti consumatori, infatti, non sapendo che le multe erano illegali e le apparecchiature truccate hanno pagato le multe e ora non possono più presentare ricorso al giudice. • Per questo il Governo, nel caso siano giá trascorsi i 60 giorni per presentare ricorso, deve intervenire affinché siano restituiti sia i punti della patente ingiustamente decurtati sia i proventi delle sanzioni indebitamente incassati dagli enti coinvolti nell’ inchiesta. • Nel caso, invece, non siano ancora passati 60 giorni dalla notifica della multa, il Codacons invita tutti gli automobilisti multati a presentare ricorso, ma chiede anche un intervento dei Prefetti e degli enti da cui dipendono gli organi accertatori, affinché, tramite un provvedimento di autotutela, provvedano a restituire il maltolto ai consumatori. • Il Codacons ricorda che, nell’ analogo procedimento penale sui semavelox, sta sperimentando anche la costituzione di parte civile, grazie alla quale, però, non sará possibile ottenere la restituzione diretta dei punti della patente persi, ma la restituzione, sotto forma di risarcimento danni, dei soldi necessari per fare il corso di recupero dei punti e di quelli corrisposti per il pagamento della multa. * presidente Codacons Campania.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox