15 Giugno 2002

Gli autobus? Sporchi e in ritardo

Gli autobus? Sporchi e in ritardo
Così rispondono gli utenti a un sondaggio del Codacons. La mancanza di pulizia e le lunghe attese alle fermate non giustificherebbero il costo del biglietto. Ma l`Atac replica: “Un test all`amatriciana“.







ROMA – Mezzi pubblici sporchi, in ritardo e sovraffollati che non giustificano il costo del biglietto che anzi è “una vergogna“. Sarebbe questa l`opinione prevalente sul trasporto pubblico raccolta dal Codacons con un sondaggio effettuato sul suo sito Internet tra gli utenti del servizio che, secondo il 44% degli interpellati, sarebbe mediocre, per il 35% pessimo, per il 21% buono. La casella ottimo non è stata invece sbarrata da nessuno degli interpellati. Immediata la risposta di Atac che parla di “un sondaggio all`amatriciana“ e contesta la metodologia con la quale è stato condotto.


Secondo i dati raccolti dal Codacons, alla base delle lamentele ci sarebbero il ritardo delle corse (per il 47% degli interpellati), il sovraffollamento (per il 46%), la sporcizia delle vetture (per il 5%) e la poca cortesia dei dipendenti (2%). Secondo quanto risulta dal sondaggio, il 53% dei romani sono costretti ad attendere alla fermata tra i 10 e i 20 minuti l`arrivo di un autobus, il 31% aspetta tra i 5 e i 10 minuti e il 17% attende addirittura più di 20 minuti. A nessuno dei partecipanti al sondaggio capita invece di attendere meno di 5 minuti. Anche la pulizia degli autobus lascerebbe a desiderare. Soltanto il 12% del campione ritiene che i mezzi siano puliti contro un 41% secondo il quale le vetture non sono molto pulite, un 31% per il quale sono quasi sporche e un 16% che, senza mezzi termini, le definisce luride.


Altra nota dolente sarebbe costituita dal biglietto, sia perché non sarebbe così facile da acquistare – per il 29% degli intervistati la ricerca del tagliando è addirittura una odissea -, sia perché costerebbe troppo rispetto al servizio offerto dall`azienda. Secondo il 38% del campione il costo del biglietto Metrebus costituisce una vergogna ma per il 32% il costo è equo e proporzionato. Il 26% ritiene che sia vantaggioso per l`Atac mentre soltanto il 4% ritiene che sia vantaggioso per gli utenti. Una volta a bordo dei mezzi, 6 romani su 10 non riuscirebbero a muoversi per l`eccessivo affollamento, il 17% si sente svenire per la mancanza d`aria e c`è anche chi, il 17%, incrocia le dita perché non si verifichi un guasto tecnico.


“Stupisce non tanto il risultato scontato, quanto la metodologia amatriciana di questo sondaggio, senza nulla toglere alla città di Amatrice“, è la secca risposta dell`Atac che invita il Codacons a prendere visione della customer satisfaction, “l`indagine che con cadenza semestrale l`azienda commissiona a un soggetto esterno – fanno notare dall`azienda – in possesso dei sufficienti requisiti di serietà e competenza“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox