21 Aprile 2021

GIUSTIZIA: CODACONS DENUNCIA IL CASO DELLE INTERROGAZIONI PARLAMENTARI SPARITE

     

    MINISTRA CARTABIA AFFERMA CHE BONAFEDE AVREBBE GIA’ FORNITO RISPOSTA, MA DOCUMENTI INTROVABILI E SPARITI NEL NULLA

    Un “giallo” si è aperto al Ministero della Giustizia, dove le risposte fornite dall’ex Ministro Bonafede e due interrogazioni parlamentari presentate a seguito di una denuncia del Codacons, sembrano essere sparite nel nulla.
    La vicenda risale allo scorso ottobre, quando gli On. Antonino Germanà e Vittorio Sgarbi presentarono due distinte interrogazioni al Ministro della giustizia in tema di conflitto di interessi, a seguito di una denuncia del Codacons in cui si evidenziava come un provvedimento di archiviazione di una querela dell’associazione contro un noto influencer venne redatto per conto del pubblico ministero da una tirocinante del Tribunale penale di Milano la quale, attraverso i suoi profili social, risultava essere follower e fan non solo del querelato ma anche della sua consorte.
    Un evidente conflitto di interessi che era finito al vaglio del Parlamento, e che è oggi al centro di un mistero. Il Ministro della Giustizia Cartabia ha comunicato infatti che l’ex Ministro Bonafede ha fornito risposta ad entrambe le interrogazioni in data 17.12.2020, ma né sul sito istituzionale del Parlamento (dove le due interrogazioni risultano ancora pendenti e non definite) né presso gli uffici del Ministero v’è traccia di questa risposta.
    Un giallo che ha portato ora il Codacons a presentare formale istanza d’accesso al Ministero della Giustizia e alla Presidenza del Consiglio per ottenere copia dei documenti che sembrano essere spariti nel nulla.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox