fbpx
3 Novembre 2019

Giro di vite sui prodotti cinesi, nuovo sequestro e multe salate

in un negozio di carini centinaia di articoli senza il marchio «ce» e apparecchi elettronici non conformi agli standard di sicurezza
Un nuovo sequestro di merce cinese. Stavolta gli investigatori della guardia di finanza si sono concentrati su un negozio di Carini gestito da un cittadino orientale, dove sono stati trovati centinaia di prodotti privi del marchio «Ce», l’ attestato di conformità alle normative europee. «Il controllo ha permesso di individuare un migliaio di accessori d’ abbigliamento privi dei contenuti minimi di informazioni all’ utente, pericolosi per la salute dei consumatori spiegano al comando provinciale delle fiamme gialle – in quanto senza alcuna etichetta che recasse l’ indicazione della loro composizione e circa duecento apparecchi elettrici ed elettronici non conformi agli standard di sicurezza della legislazione europea e senza l’ indicazione dell’ importatore e delle indicazioni in lingua italiana ma recanti il logo «China Export», così da trarre in inganno l’ ignaro cliente». La merce è stata sequestrata e per il commerciante sono scattate sanzioni amministrative per un ammontare complessivo di oltre seimila euro. L’ intervento compiuto a Carini ha messo «in evidenza non solo un’ illecita condotta particolarmente insidiosa per i consumatori tratti in inganno sulla reale qualità e conformità della merce acquistata – aggiungono gli investigatori -, ma anche, accanto ai rischi per la salute per le persone, il pregiudizio che il mercato legale subisce per effetto di fenomeni di questo tipo che, sottraendo opportunità e lavoro alle imprese che rispettano le regole, violano il principio di leale concorrenza». Su questo fronte, la guardia di finanza è impegnata in periodici controlli anche nei posti di frontiera come i porti, dove arrivano container carichi di merce prodotta in Cina. In più di un’ occasione, sono state sequestrate decine di migliaia di articoli di vario genere considerati pericolosi o non conformi alle disposizioni europee sulla sicurezza. Si tratta di attività messe in campo anche per garantire il regolare andamento del mercato. I controlli della guardia di finanza sulla merce importata dall’ Oriente vanno avanti senza sosta anche con l’ obiettivo di consentire il regolare svolgimento del mercato e casi di concorrenza sleale. Poche settimane fa, gli investigatori avevano sequestrato ventimila prodotti in un grande magazzino cinese inaugurato da poco tempo a Borgetto. All’ interno erano stati trovati anche alcuni lavoratori in nero. Tra gli articoli tolti dal commercio, materiale elettrico ed elettronico, giocattoli, prodotti per la casa, piccola pelletteria, orologi, cosmetici e gadget di vario genere, dispositivi informatici non conformi alla normativa sulla sicurezza, contraffatti e riproducenti un marchio «Ce» mendace. Il responsabile del centro commerciale, un cittadino cinese, era stato denunciato alla magistratura per contraffazione ed utilizzo di segni mendaci. Per lui anche una segnalazione alla Camera di Commercio per l’ applicazione delle sanzioni pecuniarie. Un anno fa, in un centro commerciale cinese di Partinico, i finanzieri avevano sequestrato 40 mila articoli per un valore complessivo intorno a 200 mila euro. Sulla sicurezza dei prodotti cinesi, il Codacons ha lanciato l’ allarme alla vigilia dei giorni di festa considerando che, secondo una stima, 10 milioni gli italiani hanno deciso di festeggiare la ricorrenza di Halloween, decorando la casa con zucche o trascorrendo la serata con amici o in locali, acquistando un gadget o ricorrendo a travestimenti di vario tipo. L’ associazione a tutela dei consumatori ha messo in guardia i cittadini «dall’ invasione di prodotti cinesi che, puntualmente, in questo periodo dell’ anno arrivano nel nostro Paese: si tratta spesso di prodotti contraffatti – spiega l’ associazione – privi di regolare marchio Ce e quindi pericolosi per la salute umana, che possono provocare allergie, dermatiti o intossicazioni».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox