1 Giugno 2002

Giornata senza tabacco: in Italia tanti “bugiardi“

Dicono di non aver mai toccato una sigaretta ma secondo le statistiche i fumatori sono di più

Giornata senza tabacco: in Italia tanti ?bugiardi?


ROMA ? Non sono mai stati così numerosi in Italia i fumatori «bugiardi», pronti a dichiarare di non aver mai toccato una sigaretta. Il fenomeno, diffuso da tempo negli Stati Uniti, è emerso dalla recentissima indagine condotta dalla Doxa e presentata ieri, nel convegno nazionale sul tabagismo organizzato dall`Istituto superiore di sanità (Iss) in occasione della Giornata mondiale senza tabacco. Dall`indagine, presentata dall`epidemiologo Carlo La Vecchia, dell`Istituto Mario Negri di Milano, risulta che in un anno il numero dei fumatori si è ridotto di ben il 3%, passando dal 28.9% del 2001 all`attuale 26,6%: una riduzione eccessiva per un periodo così breve, secondo La Vecchia. I conti non tornano nemmeno considerando i consumi di sigarette, che secondo le stime ufficiali dovrebbero essere compresi fra 110 mila e 120 mila tonnellate. Dalle interviste risulta invece che i consumi complessivi sarebbero al massimo pari a 80 mila sigarette. «È molto probabile ? ha osservato l`epidemiologo ? che chi fuma, a esempio, 25 sigarette dichiari di fumarne molte di meno». Bugie che secondo gli esperti sono però un segno positivo, perché dimostrano come nella cultura generale l`immagine del fumo stia diventando sempre più negativa. Sempre più numerose in Italia le aziende che dicono «no» al fumo, ha rilevato il direttore della Lega italiana per la lotta contro i tumori, Silvio Arcidiacono. Dall`indagine è emerso inoltre che sta aumentando il numero dei fumatori che cercano di smettere: fra il 37 e il 40% ha fatto almeno un tentativo serio. Tuttavia, solo il 20% è riuscito a smettere per un anno e il 23% per qualche mese. Intanto, sono stati premiati ieri, nella Cappella Farnese di Palazzo d`Accursio, sede del Comune di Bologna, i tre vincitori del concorso «Smetti e vinci», svoltosi nell`ambito della Giornata mondiale contro il fumo. Il concorso ha premiato tre bolognesi che hanno deciso di smettere di fumare. In città sono state 632 le persone che hanno abbandonato il fumo dal 2 al 29 maggio, per ben quattro settimane, cioè per il tempo che i medici ritengono necessario per disassuefarsi dal vizio. Tra questi, la prima classificata è Grazia Turano, vincitrice di un week-end a Taormina. Un milione di euro sotto forma di risarcimento, inoltre, è la somma chiesta a Michael Schumacher dal Codacons ? risulta in una nota ? per la pubblicità a un noto marchio di sigarette fatta «apparendo in pubblico o rilasciando interviste con indosso un abbigliamento consistente in una tuta, la stessa utilizzata per le gare, e talora anche un berretto dove sono riprodotti colori e marca di sigarette». L`associazione di utenti e consumatori, impegnata da tempo in una battaglia contro il tabagismo, ha citato il pilota della Ferrari davanti al giudice di pace civile di Roma il quale, ha precisato Carlo Rienzi, presidente del Codacons, fisserà nei prossimi giorni la data dell`udienza e notificherà a Schumacher l`atto di citazione.

    Aree Tematiche:
  • FUMO
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox