9 Giugno 2017

Giochi, Baretta (Mef): Serve distribuzione equilibrata sul territorio

 

 

”Siamo partiti dalle Awp perché sono di più rispetto alle Vlt” e concentrate in bar e tabacchi. Così, a proposito del taglio dello slot inserito nella manovrina, il sottosegretario al Mef con delega ai giochi Pier Paolo Baretta, intervenuto telefonicamente al convegno “La dipendenza da gioco d’ azzardo tra stato e calciatori biscazzieri” organizzato dal Codacons . Baretta ha ribadito che per aggredire il problema del gioco d’azzardo patologico serve innanzitutto ridurre l’offerta “ma non possiamo non preoccuparci anche di come ridistribuire le macchine rimanenti sul territorio. A parte la questione delle distanza – misura che abbiamo proposto in Conferenza Unificata – vogliamo anche che ci sia una gestione equilibrata sul territorio da parte degli Enti Locali senza correre il rischio di creare zone ‘rosse’ del gioco dove si concentra l’illegalità”. Il riferimento, in particolare, è al regolamento che sta per adottare il Comune di Roma. “L’effetto sarà che in molte zone – ha sottolineato Baretta – non ci sarà gioco, ma rischierà di concentrarsi in aree a rischio ’degrado’, per questo riteniamo che è meglio avere una distribuzione equilibrata”. Il sottosegretario al Mef ha ribadito che la riduzione del numero degli apparecchi e dei punti di gioco determinerà minori introiti per l’erario, ma che comunque ne vale la pena. “Chiudiamo quanto prima questa partita – ha concluso -, per dedicarci all’online che ci preoccupa maggiormente”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox