19 Gennaio 2012

Giglio: Ramadori (Codacons), per indennizzi azione individuale o class action  

Giglio: Ramadori (Codacons), per indennizzi azione individuale o class action
 

cronaca.
Roma, 19 gen. (Adnkronos) – "L’ azione giudiziaria individuale e la class action": sono queste le due vie che i passeggeri coinvolti nel naufragio della nave Costa ‘Concordia’ davanti all’ isola del Giglio possono seguire per ottenere rimborsi e indennizzi, come spiega all’ Adnkronos il copresidente del Codacons, Marco Ramadori che e’ anche il legale incaricato dall’ associazione di seguire la specifica vicenda. "Oltre, naturalmente – aggiunge l’ avvocato – alla strada preferita dalla societa’ Costa, ovvero l’ accettazione del rimborso da loro offerto, che riguarda pero’ soltanto i danni materiali". Infatti, sottolinea Ramadori, "oltre al danno materiale, c’ e’ anche il danno morale, quello biologico. A cominciare dal piu’ evidente e incontrovertibile: il danno da vacanza rovinata derivante dal fatto di non aver potuto godere di un viaggio collegato anche a un periodo di riposo dal lavoro, magari atteso da tempo. Questo al di la’ del rimborso del biglietto di viaggio o del valore del bagaglio". Poi, "c’ e’ il danno da stress, provocato dal naufragio, che puo’ anche ripercuotersi nel corso della vita, ad esempio non salendo mai piu’ su una nave e dunque rinunciando a occasioni future di vacanza o magari di lavoro".  Quanto alla scelta fra azione individuale e class action, "la differenza sostanziale e’ che con la seconda, per la quale non si anticipano spese legali, l’ indennizzo e’ uguale per tutti; con la prima, invece, gestita dal proprio avvocato di fiducia, il rimborso e’ quantificato persona per persona. Ma non esiste – informa Ramadori – uno schema prefissato ne’ un tabellario per quantificare le somme". Infatti, "ciascuna persona, attraverso il suo legale, puo’ richiedere la cifra che ritiene congrua sulla base della valutazione di fattori come l’ eta’, la famiglia, il reddito, il tipo di professione o attivita’ che si svolge, una eventuale invalidita’ fisica contratta nel corso delle operazioni di salvataggio o un danno psicologico subi’ to". Osserva il copresidente del Codacons:"E’ chiaro che la Compagnia preferisce proporre un immediato rimborso, limitato ai costi del biglietto e al bagaglio: chi accetta e firma, pero’, non puo’ poi ricorrere all’ azione individuale, giudiziaria o extragiudiziale, oppure alla class action".

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox