1 Dicembre 2012

Giù l’ inflazione

Giù l’ inflazione

BRUXELLES – Frena l’ inflazione nell’ Eurozona. Secondo Eurostat, nella prima stima di novembre, su base annua e di +2,2%. A ottobre il dato (ancora provvisorio) era di +2,5%. A settembre, ultimo dato consolidato, Eurostat aveva registrato un +2,6% sempre su base annua. Nel novembre 2011 l’ inflazione in Eurolandia era invece del 3%. Anche in Italia si registra un calo, salutato con soddisfazione dal Codacons come «la vera prima discesa». Secondo l’ Istat, a novembre il tasso annuo registra un nuovo rallentamento, fermandosi al 2,5% dal 2,6% di ottobre, e così tornando al livello di marzo 2011. Su base mensile i prezzi risultano in calo dello 0,2%. La frenata è dovuta soprattutto al calo dei carburanti. Va meglio anche il cosiddetto carrello della spesa: a novembre il rincaro annuo dei prodotti acquistati con maggiore frequenza (dal cibo ai carburanti) è del 3,5%, un rialzo superiore all’ inflazione (2,5%), ma inferiore rispetto a quanto segnato a ottobre (4%). Su base mensile si registra un calo (-0,1%). Per trovare un calo congiunturale più forte occorre tornare indietro a settembre del 2010. Ma intanto a novembre, in Italia, l’ inflazione acquisita per il 2012 si conferma comunque al 3%. Il tasso di fondo, calcolato al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, si stabilizza all’ 1,5%. Al netto dei soli beni energetici, invece, la crescita dei prezzi al consumo rallenta all’ 1,6%.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox