11 Novembre 2018

GENOVA, ALLEVAMENTO LAGER DI ASINI FRA LIGURIA E PIEMONTE: CODACONS PRESENTA ESPOSTO IN PROCURA

     

    PROCEDERE PER UTILIZZO ILLECITO DI FONDI PUBBLICI. DA LATTE D’ASINA SPERANZA CONTRO INTOLLERANZE DEI BAMBINI AL LATTE MATERNO

    Sulla vicenda dell’allevamento lager di asini ubicato al confine tra Liguria e Piemonte, il Codacons presenta un esposto in Procura e si costituisce parte offesa nel procedimento.
    Come noto nei giorni scorsi sono stati rinvenuti dodici asini morti e altri ottanta in pessime condizioni igienico-sanitarie – spiega l’associazione – L’allevamento appariva in condizioni disastrose, con carcasse abbandonate nei campi e poco cibo per gli asini ancora vivi. I due soci dell’azienda agricola con sede tra i comuni di Bosio (Alessandria) e Ceranesi (Genova) sono stati denunciati con l’accusa di malgoverno, detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura e inosservanza di un provvedimento in materia d’igiene. Le indagini sono partite dopo che la trasmissione Striscia la notizia si era occupata della vicenda.
    A carico dei responsabili dell’allevamento piove oggi anche l’esposto del Codacons, presentato alle Procure di Genova e Alessandria, in cui si chiede di estendere le indagini e procedere nei confronti dei responsabili per il reato di utilizzo illecito di fondi pubblici, considerato che l’allevamento in questione era finanziato da fondi europei, e quindi pagato dalla collettività.
    “Si tratta di episodi gravissimi che vanno combattuti con la massima severità – spiega il presidente Carlo Rienzi – Siamo infatti in presenza non solo di un trattamento crudele degli animali, sottoposti ad una sofferenza enorme, ma anche di un uso illecito di fondi pubblici. Al contrario gli asini sono animali preziosissimi e il latte che producono rappresenta un bene pregiato perché può aiutare a risolvere il problema delle allergie dei bambini al latte materno, sostituendo il latte vaccino. In tal senso il Codacons presenterà giovedì 15 novembre a Civitavecchia un progetto pilota per utilizzare il latte d’asina contro allergie e intolleranze dei bambini al latte materno, fenomeno che interessa il 3% dei neonati italiani”.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox