22 Gennaio 2019

Gender, Lega a Luxuria “Indottrinamento”. M5S : “No a omofobia”

“Indottrinamento gender in classe”. “Giù le mani dai bambini”. “Luxuria in Rai una vergogna”. Sono solo alcune delle frasi arrivate dal centrodestra e da frange cattoliche tradizionaliste come Family Day in riferimento alla puntata di “Alla lavagna!” (Rai3) dove la transgender Vladimir Luxuria ha spiegato a una classe di bambini che “gay si nasce”. A provare a spegnere le polemiche è intervento il deputato M5s e sottosegretario alla presidenza del consiglio con delega alle Pari opportunità, Vincenzo Spadafora. “Atteggiamenti omofobi e culturalmente regrediti che non tengono conto della realtà e del rispetto dei diritti di tutti”, ha detto. Aggiungendo: “Occasioni del genere vanno sostenute dato che nelle nostre scuole sono sempre più rare le lezione sull’ affettività e non rari i casi di bullismo”. Cinque senatrici pentastellate componenti della Commissione diritti umani in una nota hanno affermato che “la vera regressione è nascondere la realtà. I tempi dell’ oscurantismo sono lontani”. “La Rai ha sbagliato sia con Vladimir Luxuria che con Matteo Salvini. Sessualità e sovranismo sono argomenti delicati che vanno spiegati agli studenti solo attraverso gli insegnanti, ha commentato Codacons”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox