22 Giugno 2007

Gea: chiusa la prima giornata del processo



(AGM-DS) – Milano, 21 giugno – Si e` chiusa oggi la prima giornata del processo per il caso Gea World, societa` che gestiva le procure di calciatori. Per l`ex direttore generale della Juventus Luciano Moggi, il figlio Alessandro, Davide Lippi, Franco Zavaglia, Pasquale Gallo e Francesco Ceravolo l`accusa e` `associazione a delinquere finalizzata all`illecita concorrenza tramite minacce e violenza privata`. Il Pm Luca Palamara lo ha definito `un sistema perverso che danneggiava gli interessi della concorrenza`.

L`inchiesta giudiziaria ha riguardato la regolarita` delle procedure attraverso le quali la Gea otteneva le procure dei calciatori. Sotto accusa i metodi e le presunte pressioni esercitate su atleti e societa` di calcio. Alcuni calciatori sarebbero stati costretti a lasciare i vecchi procuratori per passare alla Gea: tra questi David Trezeguet, Nicola Amoruso, Ruslan Nigmatullin, Ilyas Zeytulaev, Victor Boudianski, Davide Baiocco, Fabio Gatti, Giovanni Tedesco, Manuele Blasi, Giorgio Chiellini, Corrado Grabbi e Salvatore Fresi.

Secondo Palamara `il metodo illecito consisteva nel prospettare ad un calciatore, con sistemi minacciosi, di giocare in una societa` blasonata solo se la sua procura veniva affidata alla Gea. Il club importante era la Juventus, societa` il cui direttore generale era Luciano Moggi, padre di Alessandro, quest`ultimo con un ruolo apicale in Gea`. Il sistema introdotto determino` `un`influenza in tutto il mondo del calcio per cui chiunque avesse intenzione di farne parte doveva avere come punto di riferimento Luciano Moggi`.

Il Coni, la Figc, il ministero dei Beni culturali, e gli agenti dei calciatori Claudio Orlandi e Stefano Antonelli si sono costituiti parte civile. Anche l`ex presidente del Perugia Luciano Gaucci ne aveva avanzato richiesta, cosi` come il Codacons e l`ex allenatore e giocatore della Lazio, Arcadio Spinozzi, ma il pm Luca Palamara ha respinto l`istanza.

Potrebbero essere oltre 400 i testimoni, tra accusa e difesa, ad essere ascoltati nelle prossime udienze. Sull`ammissibilita` di queste testimonianze dovra` pronunciarsi il tribunale, cosi` come sull`utilizzo degli atti processuali delle intercettazioni fatte dalle procure di Napoli e di Torino. La prossima udienza e` fissata per il 10 luglio.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox