3 Maggio 2013

FURTI IN BAGAGLI: CODACONS, PASSEGGERI SIANO RISARCITI

FURTI IN BAGAGLI: CODACONS, PASSEGGERI SIANO RISARCITI

(ANSA) – CATANZARO, 3 MAG – “E’ vergognoso che dopo lo scandalo verificatosi nel 2002, a oltre dieci anni di distanza, non sia stata ancora fatta pulizia e che non siano stati ancora predisposti strumenti idonei ad impedire questi furti”. E’ quanto sostiene il Codacons in merito all’inchiesta condotta dalla polizia di frontiera che ha portato a decine di arresti per furti nei bagagli da stiva di passeggeri di aerei. “E’ dall’agosto 2002, infatti – prosegue la nota – dopo i furti verificatesi a Malpensa, che il Codacons ha chiesto di fare accertamenti a tappeto in tutti gli aeroporti italiani. Questi furti, invece, continuano a ripetersi ciclicamente: 2002, 2004, 2005, 2007, 2012. Nulla è stato fatto da allora per rivedere i criteri di selezione del personale responsabile della custodia dei bagagli, evidentemente troppo blandi e generici per un lavoro che richiede invece particolari requisiti di onestà. Il Codacons ricorda che i passeggeri in questi casi hanno diritto non solo al rimborso dei danni patrimoniali subiti, ma anche ad un risarcimento per i danni non patrimoniali. Nel caso non fossero già stati a suo tempo risarciti dalle compagnie aeree, potranno decidere di rivalersi costituendosi parte civile nell’eventuale procedimento penale”. “Anche i datori di lavoro di queste persone arrestate – conclude il Codacons – sono responsabili, ai sensi dell’art. 2.049 del codice civile, per i danni arrecati dal fatto illecito commessi dai lavoratori nell’esercizio delle incombenza a cui sono adibiti”.(ANSA).

 

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox