15 Giugno 2016

FURBETTI DEL CARTELLINO IN ASL CASERTA, 9 ARRESTI

    FURBETTI DEL CARTELLINO IN ASL CASERTA, 9 ARRESTI

    CODACONS: ENORME DANNO PER CITTADINI, ORA COLPEVOLI DOVRANNO RESTITUIRE STIPENDI PERCEPITI

    Se saranno accertati gli illeciti ipotizzati dalla Procura, i furbetti del cartellino dovranno risarcire i cittadini per i danni loro arrecati. Lo afferma il Codacons, intervenendo sul caso dei 9 dipendenti della Asl di Caserta in servizio nel Distretto 13 di Maddaloni, arrestati oggi perché abbandonavano il luogo di lavoro dopo aver timbrato il cartellino.
    “Si tratta di reati che, se confermati, avrebbero ripercussioni dirette per gli utenti – spiega il Presidente Carlo Rienzi – Il danno per i cittadini è duplice: da un lato il servizio reso dall’ente pubblico, in questo caso la Asl, subisce un peggioramento a causa dell’assenza ingiustificata dei dipendenti dagli uffici, dall’altro vi è uno spreco di soldi pubblici, in quanto i lavoratori infedeli percepiscono stipendi senza lavorare”.
    Per tale motivo il Codacons, che si costituirà parte offesa nel procedimento, chiederà di avviare azioni di recupero delle retribuzioni percepite negli anni dai furbetti del cartellino di Caserta, soldi che dovranno rientrare nelle disponibilità della collettività.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox