13 Ottobre 2015

Fumo:Codacons,divieti non bastano,stop legami multinazionali

Fumo:Codacons,divieti non bastano,stop legami multinazionali

(ANSA) – ROMA, 13 OTT – I nuovi divieti sul fumo approvati ieri dal Consiglio dei ministri, ”per quanto rappresentino un passo avanti, non bastano da soli a risolvere il problema degli 80mila morti all’anno registrati in Italia a causa del tabacco”. Lo afferma il presidente del Codacons Carlo Rienzi, secondo il quale ”il primo passo da fare è tagliare di netto il legame tra multinazionali del fumo e politica, che nel nostro paese esiste da anni”. ”L’influenza delle lobby – afferma Rienzi – è ancora troppo forte e limita l’incisività delle azioni di tutti i governi, indipendentemente dal colore politico. Il Codacons ha ad esempio criticato fortemente la scelta del premier Matteo Renzi di partecipare nell’ottobre dello scorso anno all’inaugurazione di uno stabilimento di una nota multinazionale di sigarette, una brutta immagine per un paese che, almeno sulla carta, combatte i rischi legati al fumo”. Servono poi, prosegue, ”più controlli, perché senza di essi qualsiasi nuova norma è inutile e inefficace. Basti pensare che la legge Sirchia sul divieto di fumo nei locali pubblici, dopo i primi anni di rispetto, oggi risulta disattesa in molti esercizi come pub e discoteche, dove si fuma in barba a qualsiasi divieto”. Infine, se si vuole davvero ”sconfiggere i potentati del tabacco – conclude Rienzi – occorre introdurre novità sul fronte normativo per facilitare le cause di risarcimento da parte dei parenti delle vittime del fumo e dei soggetti che si sono ammalati a causa delle sigarette, al pari di quanto avvenuto in altri paesi come gli Usa, dove si è giunti a risarcimenti miliardari”.(ANSA).

    Aree Tematiche:
  • FUMO
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this