12 Gennaio 2005

Fumo vietato, più sceriffi che trasgressori

Fumo vietato, più sceriffi che trasgressori


Tanti controllano e pochi abusano, ma le vendite per ora non calano





La legge Sirchia continua a stupire. Assodate le regole generali contenute nella legge, ci sono alcuni elementi sfuggiti ai più. Per esempio, il fatto che anche i carabinieri di quartiere siano abilitati a far rispettare il divieto di fumare. A Perugia sono bastati due giorni per rendersene conto: proprio ieri, infatti, un carabiniere di quartiere è intervenuto in un bar della città per fermare un abituée del tabacco. Un anziano signore, sfogliando le pagine di un giornale, stava per abbandonarsi al (suo) piacere di un saporito tiro di pipa, ma il carabiniere di quartiere, solerte, si è precipitato a fermarlo ricordandogli il divieto entrato in vigore con la legge Sirchia. Sì, gliel?ha ricordato, perché l?anziano ha spiegato che, semplicemente, per lui quello di accendere la pipa era un gesto talmente abitudinario, quotidiano, da non aver pensato assolutamente alle nuove regole. E il carabiniere gli ha creduto, risparmiandogli la multa e invitandolo semplicemente a spegnere la pipa. , dunque, e .
Regola valida anche, anzi, soprattutto, in Consiglio regionale: ieri c?è stata la prima seduta senza fumo e tutti sono stati ligi alle nuove regole, tranne qualcuno che, sempre per la forza dell?abitudine, si è lasciato andare ad estrarre una sigaretta dal pacchetto. Ma quei pochi sono stati fermati prontamente e i fumatori hanno aspettato la pausa dei lavori per uscire e concedersi il vizio.
Negli uffici stesse regole, e stesse eccezioni: i fumatori stanno rispettando il divieto a parte i ?franchi tiratori? che, imperterriti, continuano a nascondersi nei bagni per fare qualche tiro di sigaretta. Proprio come si faceva a scuola.
A proposito di scuola, Codacons e Lista consumatori Umbria, hanno reso noto di aver inviato una diffida al direttore regionale del Miur perché, come hanno dichiarato, . L?intenzione è, ovviamente, quella di tutelare al massimo i giovani.
Complessivamente, dunque, tutto sembra filare liscio nella regione per la nuova legge, e gli umbri, anche in questa occasione, stanno dimostrando di essere cittadini educati e coscienziosi.





    Aree Tematiche:
  • FUMO
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox