25 Maggio 2019

Fumo in spiaggia, Sassari è l’ esempio

il codacons esorta i comuni costieri a seguire il modello dei lidi “no smoking”
SASSARI La Pelosa, Porto Torres, le spiagge della Gallura e tutti gli altri lidi in cui è stato vietato il fumo delle sigarette potrebbero diventare un esempio su scala nazionale. «Il divieto di fumare sulle spiagge dovrebbe essere un provvedimento nazionale, in quanto tutela la salute pubblica», affermano i responsabili del Codacons commentando l’ annuncio di Lampedusa e Linosa di consentire di fumare solamente in apposite aree dotate di posacenere. «Lampedusa e Linosa – scrivono in una nota – sono solamente due degli ultimi esempi della diffusione delle “no smoking beach” sul territorio italiano. Ormai sempre più comuni hanno dichiarato guerra al fumo in spiaggia e ci sono gli esempi di Sassari e di Savona, che hanno proibito il fumo in spiaggia sanzionando duramente i trasgressori». Vietare il fumo in spiaggia sarebbe un provvedimento necessario, ovviamente, anche secondo il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori che «deve essere diffuso nelle spiagge di tutta Italia, al fine di tutelare la salute pubblica della collettività». Di qui l’ appello: «Ci rivolgeremo al ministero dell’ Ambiente chiedendo un provvedimento di portata nazionale che normi e vieti espressamente il fumo sulle spiagge italiane». e se l’ idea di vietare le sigarette in spiaggia, bandendole senza possibilità alcuna o limitandone il consumo in piccole aree attrezzate lontane dalla bagnasciuga e dalle zone in cui si concentrano i bagnanti, è possibile che anche i propositi di allontanare la plastica monouso dalle spiagge bandendone l’ uso anche nelle attività ricettive lungo le coste possa fare scuola nelle altre spiagge d’ Italia. Se le cicche di sigaretta sono un compagno poco gradito durante la giornate passate in spiagge, la plastica – soprattutto quella di piccolissime dimensioni – è un pericolo globale che purtroppo ha un tempo di deterioramento molto superiore a quello delle cicche. E la Sardegna è in prima linea anche in questa battaglia dato che molte amministrazioni comunali, soprattutto nel nord dell’ isola, hanno deciso di vietare la plastiche monouso in spiaggia già da questa stagione estiva. D’ altra parte, il mare è una risorsa troppo importante per non valutare tutte le possibilità di difesa che possono essere messe in campo in un momento molto delicato. E, secondo alcuni, il tempo a disposizione è limitato prima che il “peso” della plastica in mare superi quello delle specie ittiche.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox